Rossi: In finale avrei preferito l’Inter

Visto quanto fatto con Milan e Juventus in coppa Italia, avrei preferito affrontare l’Inter in finale”. Il tecnico della Lazio, Delio Rossi, sognava i nerazzurri come avversari il prossimo 13 maggio allo stadio per per la conquista della coccarda tricolore: e invece ci sarà la Sampdoria, che ha eliminato proprio lo squadrone di Mourinho.

“Era giusto che questa squadra, senza aspettare, avesse già la possibilità di far festa (se fosse passata l’Inter, i biancocelesti si sarebbero ritrovati matematicamente qualificati in coppa Uefa, ndr). Invece sarà una bella battaglia. La Samp ha meno qualità rispetto all’Inter ma comunque io ho timore solo della mia Lazio” aggiunge Rossi. Ma dopo la qualificazione in coppa torna il campionato e domani c’è l’Atalanta: Rossi ha ammesso che “la finale di coppa darà sicuramente qualcosa in più alla squadra per questa ultima parte di campionato in cui abbiamo ancora molto da dire”. “Domani non potrò contare su Dabo (infortunato ndr) – ha quindi rivelato il tecnico biancoceleste -, un giocatore sul quale facevamo affidamento non avendo a diposizione Matuzalem (ancora squalificato ndr). Cercherò di schierare la formazione più idonea e non so se farò riposare qualcuno, anche perchè siamo contati. Vedremo. Comunque non temo cali di tensione anche perchè una squadra forte deve saper giocare una partita ogni tre giorni”. Parlando degli avversari, Rossi ha spiegato di aspettarsi “una squadra organizzata. L’Atalanta sono due anni che sta facendo un buon calcio ed ha ottenuto ottimi risultati. Sarà una partita tosta e non credo che ci saranno ripercussioni per l’addio anticipato da Del Neri”. Sul proprio futuro, invece, il tecnico ha ribadito che “la situazione è molto chiara, in questo momento non è il caso di parlarne. Non ne ho parlato prima, non ne parlo ora. Le valutazioni poi le faranno gli altri. Penso solo alla Lazio, ora che le cose stanno andando meglio e anche quando non andavano bene. Non è un allenatore a dover dire cosa ha fatto e cosa no. Chi ha gli occhi deve valutare”. Ultima battuta dedicata alla trattativa che il presidente Claudio Lotito sta portando avanti in Qatar per concludere l’acquisto a titolo definitivo dell’attaccante argentino Mauro Zarate: “Una squadra come la Lazio deve trattenere i migliori giocatori. Zarate è importante e il presidente deve fare di tutto per trattenerlo – le parole di Rossi -. È un giocatore che ha del talento ed è innegabile. È migliorato molto, gioca molto più con i compagni e ne ha tratto lui stesso giovamento. Mauro è uno che si allena con costanza e questo gli fa onore. È un professionista”.

Fonte: corrieredellosport.it

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Settembre 26, 2022
-
Valerio La Torre
Domenica 25 settembre 2022 Alla maratona di Berlino protagonista del fresco record...
Settembre 26, 2022
-
Gianluca La Penna
La Lazio tornerà ad allenarsi domani dopo i due giorni di riposo...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA