Papà Sandri: Per me il processo può finire anche qui

“Per quanto mi riguarda il processo potrebbe finire anche oggi”. Giorgio Sandri ha sentito altri testimoni ribadire in aula che Luigi Spaccarotella ha mirato prima di sparare il colpo che ha poi ucciso suo figlio Gabriele l’11 novembre 2007 nell’area di servizio dell’A1 di Badia al Pino. Udienza importante, la quarta davanti alla Corte d’Assise di Arezzo. Perchè si comincia a delineare una dinamica precisa. “Ricordo che la pistola l’aveva già in mano- dice durante l’udienza uno dei testi- non l’ha impugnata dopo. Sono sicuro. Non con entrambe le mani. Non vorrei sbagliarmi, ma aveva un braccio teso in avanti”. Con una o due mani, ma la posizione del poliziotto è confermata anche da Fabio Rossini, che vide la scena dall’autogrill: “Sono partiti due colpi, sul secondo ho visto puntare il poliziotto al di là di qualcosa che non si vedeva. Io ero sopra l’autogrill e c’era una specie di nebbiolina. Ricordo che cercava la posizione. Si fermava e si spostava come al poligono, puntava con tutte e due le braccia tese, con l’arma in entrambe le mani”. Non vuol sentire altro il padre della vittima: “Vorrei ringraziare questi testi per la loro onestà civica, la mia sensazione è che abbiano detto quello che avevano detto gli amici di Gabriele ieri. E vorrei rispondere all’avvocato che sono attendibili anche quei ragazzi. Tutti dicono la stessa cosa. Per quanto mi riguarda il processo potrebbe finire anche oggi. Spaccarotella? Lui non mi interessa, mi interessa solo il processo”.

Fonte: DIRE

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Ottobre 4, 2022
-
Gianluca La Penna
La S.S. Lazio comunica che, dalle ore 16:00 di oggi 4 ottobre...
Ottobre 4, 2022
-
Valerio La Torre
ATLETICA LEGGERA Trofeo Sant’Ippolito di Fiumicino Uomini: 1° Matteo Cuozzo 32’21”Donne: 1° Ayse Burcin...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA