Processo Sandri; Un amico di Gabbo: Ho visto l’agente a braccia tese

“Ho visto il poliziotto a gambe larghe, con le braccia tese: impugnava una pistola. Poi ho sentito un tonfo sordo, ho guardato sullo specchietto retrovisore e ho visto Gabriele che stava male. A quel punto ho ricollegato il fatto alla postura del poliziotto”. La testimonianza di Marco Turchetti proprietario e conducente dell’auto su cui viaggiava anche Sandri, ha inciso in modo pesante sull’economia dell’udienza odierna al processo di Arezzo per la morte del tifoso laziale Gabriele Sandri e ha segnato un punto a favore del pm Giuseppe Ledda.

Fonte: Corriere.it

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Settembre 26, 2022
-
Valerio La Torre
Domenica 25 settembre 2022 Alla maratona di Berlino protagonista del fresco record...
Settembre 26, 2022
-
Gianluca La Penna
La Lazio tornerà ad allenarsi domani dopo i due giorni di riposo...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA