Omicidio Sandri; Padre: Sentenza su testimonianze

“Luigi Spaccarotella ha sparato mirando e la sentenza del Tribunale di Arezzo si basera’ sulle testimonianze di chi lo ha visto farlo”. Lo ha detto Giorgio Sandri, padre di Gabriele, giovane tifoso laziale ucciso l’11 novembre 2007 da un colpo di pistola sparato da Luigi Spaccarotella. “E’ stata un’udienza lunga e faticosa, ma alla fine non e’ emerso nulla, al termine nessuno ha detto se c’e’ stata la deviazione di quanto e’ stata, se un metro o venti centimetri. La mia idea – ha aggiunto Giorgio Sandri – e’ che il Tribunale si basera’ esclusivamente come e’ giusto, sulle testimonianze. Sono convinto che il Tribunale abbia gia’ la sua idea, di assoluta colpevolezza, Spaccarotella ha sparato mirando”. Il padre di Gabriele e’ uscito dall’aula quando Paride Minervini, perito di parte nominato dalla difesa dell’imputato Spaccarotella ha esposto i risultati della sua perizia. “Sono uscito fuori, non mi interessava ascoltarlo. Quello che ha fatto a prescindere da un’eventuale deviazione lui ha sparato a braccia tese, mirando, non conta neanche l’eventuale deviazione”. “Queste perizie – ha concluso Sandri – contano poco, contano le nove persone che hanno visto Spaccarotella fare quello che ha fatto”.

Fonte: AGI

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Ottobre 5, 2022
-
Gianluca La Penna
La 9ª giornata di Serie A TIM Fiorentina-Lazio, in programma lunedì 10...
Ottobre 4, 2022
-
Gianluca La Penna
Lazio al lavoro nella seconda seduta settimanale in vista del match con...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA