Insulti razziali a Maignan: la Corte d’Appello cambia le sanzione

La Prima Sezione della Corte Sportiva d’Appello Nazionale, presieduta da Carmine Volpe, ha accolto in parte il reclamo dell’Udinese Calcio avverso la sanzione dell’obbligo di disputare una gara a porte chiuse e, in parziale riforma della decisione impugnata, ha rideterminato la sanzione nell’obbligo di disputare due gare con il settore Curva Nord privo di spettatori.

Il club friulano era stato sanzionato in relazione alla gara con il Milan dello scorso 20 gennaio – valida per la seconda giornata di ritorno del campionato di Serie A – in ordine alle manifestazioni di discriminazione razziale da parte di alcuni suoi sostenitori nei confronti del portiere rossonero Mike Maignan.

In particolare, lo stesso portiere aveva dichiarato agli ispettori della Procura Federale che gli insulti di tipo razziale erano giunti da una decina di soggetti che occupavano il settore incriminato, ovvero la parte della Curva Nord, subito dietro la porta occupata dal portiere francese, L’arbitro Fabio Maresca, dopo una prima sospensione di un solo minuto e l’effettuazione degli annunci al microfono, aveva nuovamente interrotto il match per cinque minuti. Leggi il dispositivo dei giudici di secondo grado.

Foto: figc.it

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Giugno 13, 2024
-
Daniele Valeri
La Lazio è già al lavoro con il nuovo allenatore Marco Baroni....
Giugno 12, 2024
-
Daniele Valeri
L’addio era ormai imminente, ma ora arriva anche l’ufficialità, Luis Alberto è...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA