“Inferno o Paradiso”

«Inferno o paradiso, guai ai vinti». E’ la finale vista da Delio Rossi. Il tecnico riconosce la valenza di una gara che potrebbe cambiare, in positivio o in negativo, il futuro della Lazio: «Ci giochiamo tutto in 90 minuti. Sarebbe il coronamento di quattro anni di lavoro. Alzare un trofeo darebbe una grande gioia ai tifosi, che hanno visto vincere solo gli altri ultimamente, ai giocatori, molti dei quali vengono dalle categorie inferiori o dal settore giovanile, e alla società, che è nuova e verrebbe viste premiate le sue scelte. Ma la finale non è importante per il mio futuro. Di questo ne parleremo a bocce ferme».
Per molti è la sfida tra Zarate e Cassano, ma Rossi teme il collettivo della Samp: «Antonio è un giocatore importante, ma i blucerchiati ne hanno tanti. Cassano lo terremo d’occhio come gli altri. Anche loro però dovranno stare attenti ai nostri». Per Rossi la gara si vince così: «Testa fredda e cuore caldo. Noi avremo qualche pressione di più rispetto a loro, perché gran parte dello stadio sarà nostro, ma dobbiamo giocare come sappiamo. I tifosi ci daranno la giusta spinta, il resto lo dovremo fare noi».
Partita importante, ma guai a parlare di ultima spiaggia per tutti, giocatori e tecnico: «La vita di un giocatore, così come quella di un tecnico, non può passare per forza da questa partita. E’ giusto che si valuti un’annata o una serie di anni e poi si possono fare delle considerazioni».
Nel finale qualche indicazione sulla formazione: «Pandev sta meglio, ora valuteremo. Foggia sta bene e si è allenato. Qualche dubbio ce l’ho sempre. Ne ho tanti. Per scegliere gli attaccanti guarderò allo stato di forma e a come si potrebbe evolvere la partita. Tutti i 19 giocatori devono comunque essere pronti mentalmente». In realtà il tecnico ha già provato ieri mattina la formazione titolare: Dabo sarà il vice Matuzalem, con Ledesma al suo fianco. I due esterni saranno Foggia, a sinistra, con Brocchi a destra. In avanti il tandem Zarate-Rocchi. Fatta anche la difesa con Muslera in porta ed una linea formata Da Lichtsteiner, Siviglia, Rozenhal e Kolarov.

Fonte: Leggo

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Settembre 26, 2022
-
Valerio La Torre
Domenica 25 settembre 2022 Alla maratona di Berlino protagonista del fresco record...
Settembre 26, 2022
-
Gianluca La Penna
La Lazio tornerà ad allenarsi domani dopo i due giorni di riposo...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA