Indagine penale di Torino: i guai contabili della Juventus

La Procura di Torino ha contestato alla Juventus ed a 16 persone (dirigenti, legali e revisori) due violazioni delle norme che, se confermate, potrebbero comportare una sentenza penale di condanna. Gli argomenti contestati sono la dichiarazione di plusvalenze fittizie e lo spostamento da un esercizio all’altro di costi per remunerazioni.

La dichiarazione di plusvalenze fittizie riguarderebbe gli esercizi dal 2019 al 2021 per complessivi € 156 milioni circa (€ 49,7 milioni nel 2019, € 78 milioni nel 2020 ed € 28,3 milioni nel 2021). La conseguenza sarebbe la mancata patrimonializzazione della Società per aver evitato la ricapitalizzazione della Società da parte degli azionisti differendo perdite di equivalente importo. Lo spostamento di costi per remunerazioni da un esercizio all’altro riguarderebbe la dichiarata rinuncia da parte dei giocatori a quattro mensilità per far fronte alla pandemia da Covid, mentre l’accusa ritiene che tre di queste fossero soltanto differite ad esercizi successivi. In questo caso si tratterebbe della comunicazione al mercato di eventi diversi dalla realtà. Attendiamo gli sviluppi della vicenda.

Paolo Lenzi

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Dicembre 4, 2022
-
Valerio La Torre
Prima giornata di gare a Zevio (1^ nazionale u14 sciabola): Valerio Imbastari...
Dicembre 4, 2022
-
Valerio La Torre
La Lazio ritorno subito alla vittoria Prova di carattere a Verona Rimontata...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA