Guerra Russia-Ucraina: la centrale nucleare di Zaporizhzhia in mano alle Forze di Putin

Prosegue l’offensiva di Putin in Ucraina, nonostante i negoziati in corso, il presidente russo alza il tiro e stanotte è stata occupata la centrale nucleare più grande d’Europa, la quinta al mondo. Come riporta l’Agi, ad esito di una notte di combattimenti, la centrale di Zaporizhzhia, nei pressi della città di Enerhodar, sulle sponde del bacino idrico di Kachovka sul fiume Dnepr, è totalmente nelle mani di Mosca. Nel corso degli scontri tra le forze russe e ucraine è scoppiato un incendio fuori dal perimetro della centrale, poi messa in sicurezza; a prendere fuoco un edificio e un laboratorio, non sono state toccate strutture essenziali. Né, come precisato dall’Agenzia internazionale per l’energia atomica sono stati segnalati cambiamenti nei livelli di radiazioni. Una volta stabilità la sicurezza dell’area, le unità del servizio di emergenza statale dell’Ucraina hanno ottenuto il permesso per entrare nella zona del rogo così da poter spegnere l’incendio. La centrale di Zaporizhzhia genera all’incirca la metà dell’elettricità prodotta da Kiev da fonte nucleare e oltre un quinto dell’elettricità totale che produce l’Ucraina; sono 40-42 i miliardi di kWh prodotti, pari a un quinto della produzione media annua di elettricità in Ucraina e quasi il 47% dell’elettricità generata dalle centrali nucleari del Paese.

Foto: L’Avvenire

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Febbraio 6, 2023
-
Gianluca La Penna
Solo un punto per la Lazio a Verona. Al Bentegodi termina 1-1,...
Febbraio 6, 2023
-
Valerio La Torre
Una vittoria storica che vale ben più di tre punti per la...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA