Cragnotti contro Lotito

FORMELLO – Sergio Cragnotti ha concesso il bis. Giovedì aveva annunciato la sua presenza a Madrid per Real-Lazio. E ieri è tornato a parlare delle accuse che nei giorni scorsi il presidente della Lazio Lotito aveva mosso nei confronti della sua gestione, avvertendolo: “Se continua a dire che ho lasciato i debiti lo porto in Tribunale, lo citerò per danni. Questa cosa mi fa arrabbiare. E se la prenda con chi è venuto dopo di me.” Cragnotti, intervenendo a Radio Radio, si è difeso a spada tratta: “Il debito fiscale era di 40 milioni quando sono andato via, posso mostrare i bilanci della mia gestione, quello che è successo dopo non posso saperlo. Sono pronto a dimostrare l’effettiva situazione economica della Lazio nel 2002. Io sono responsabile per quel bilancio che è depositato in Consob. Lotito ha fatto un accordo di 150 milioni a fronte di imposte non pagate ma a distanza di cinque anni sento ancora parlare di debiti della gestione di Cagnotti. Il buco nero di cui si parla non c’era”. L’ex patron biancoceleste, poi, non ha escluso un nuovo futuro laziale: “Non è il momento di pensare ad essere imprenditori perché ci troviamo in una fase difficile. Devo risolvere alcune questioni che stiamo affrontando in famiglia. Chissà, dopo se ne potrà riparlare”.

Dal Corriere dello Sport, 8 dicembre 2007

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Luglio 5, 2022
-
Gianluca La Penna
La Lazio è arrivata ad Auronzo di Cadore in serata nel giorno...
Luglio 5, 2022
-
Gianluca La Penna
“La S.S. Lazio comunica di aver prolungato il contratto di lavoro del...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA