Calcio – Chiuse le indagini preliminari – Sandri, per la Procura è omicidio volontario

1 marzo 2008 – Arezzo – Omicidio volontario. Chiuse le indagini preliminari, la Procura della Repubblica di Arezzo ha confermato il capo di accusa per Luigi Spaccarotella, il poliziotto colpevole di aver esploso il colpo di pistola che ha ucciso il giovane tifoso laziale Gabriele Sandri, l’11 novembre scorso davanti a un autogrill vicino ad Arezzo. L’avviso è stato firmato mercoledì mattina dal procuratore capo di Arezzo, Ennio di Cicco e dal suo sostituto Giuseppe Ledda, circa 10 minuti dopo l’ultimo interrogatorio dell’agente che, ancora una volta, ha negato di aver preso la mira per sparare, ribadendo la propria versione sull’accaduto.
Soddisfatto dell’imputazione il fratello del giovane deejay, Cristiano Sandri, intervenuto alla trasmissione Noi Biancocelesti ”L’accusa non poteva essere che quella di omicidio volontario. E’ stato fatto un piccolo passo avanti verso la giustizia. Presto presenteremo anche noi la perizia balistica sulla sparatoria, per la quale ci siamo avvalsi di consulenti stranieri e che si andrà ad aggiungere a quella fornita al Pm. Da entrambe è emerso che il proiettile ha solo i segni del vetro della macchina e della catenina di Gabriele”. Contro il poliziotto, oltre le perizie balistiche ci sono anche le testimonianze oculari. ”Il colpo è stato orizzontale e, anche ipotizzando eventuali deviazioni, i testimoni hanno parlato di bracia tese che miravano in direzione della macchina”.

Fonte: Corriere dello Sport

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Novembre 27, 2022
-
Valerio La Torre
Si è conclusa da poco la partita U21 COPPA ITALIA: DUCKS LAZIO...
Novembre 27, 2022
-
Valerio La Torre
Ottava vittoria consecutiva per la Lazio Women che supera tre a zero...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA