L’IFAB cambia l’interpretazione del fuorigioco: la differenza tra “giocata” e “deviazione”. Le altre novità

L’IFAB (International Football Association Board) è l’istituto internazionale con sede
a Zurigo, che ha il potere di stabilire qualsiasi modifica e innovazione delle regole del
gioco del calcio a livello internazionale e nazionale, vincolando alla loro osservanza
tutte le federazioni, organizzazioni e associazioni calcistiche, che svolgono il calcio a
livello professionale e dilettantistico; l’IFAB ha introdotto una nuova interpretazione
della regola 11, quella che tratta del fuorigioco; ciò per cercare di rimediare ad una
incongruenza che nella stagione scorsa è stato oggetto di molte critiche.

Si tratta del gol vincente di Kylian Mbappé nella finale di Nations League tra Francia
e Spagna che ha determinato la vittoria dei transalpini. Come molti ricorderanno,
Mbappè era in posizione di fuorigioco e gli pervenne un passaggio di Theo
Hernandez deviato però dal difensore Eric Garcia. Il gol fu convalidato dall’arbitro,
confortato dal parere positivo del VAR. Questa interpretazione fu originata proprio
dal tentativo di Garcia di intercettare il passaggio, intervento questo che è stato
considerato un tentativo “deliberato” di giocare la palla.
Senza modificare la Regola n. 11 del Regolamento del calcio che riguarda il
fuorigioco, l’IFAB ha deliberato di distinguere tra “giocata” e “deviazione”. La prima,
se effettuata da un difendente, è tale da rimettere in gioco un attaccante che si
trova oltre la linea del fuorigioco, mentre la seconda non sana la sua posizione.
Quindi la posizione di Mbappé, secondo questa interpretazione, sarebbe stata
irregolare ed il gol da annullare, mentre non fu all’epoca annullato conformemente
all’interpretazione allora vigente. Con tanti saluti agli amici spagnoli!
Questa interpretazione sarà applicata al Campionato di Serie A che prende il via
oggi. Avremo sicuramente più fuorigioco che prima perché tutte le situazioni di
offside saranno sanate solo se il difendente gioca la palla, non se la devia.
Si potrà parlare di “giocata” quando:

  • il pallone arriva da lontano e il giocatore lo vede chiaramente;
  • il pallone non si muove velocemente;
  • la direzione del pallone non è inaspettata;
  • il giocatore ha avuto il tempo di coordinare il movimento del proprio corpo, per
    esempio senza prodursi in movimenti istintivi, oppure s’è mosso ottenendo un
    contatto/controllo del pallone limitato;
  • un pallone che si muove a terra è più facile da giocare di un pallone in aria. 

Altra regola che cambia è la battuta di un calcio di rigore. Fino al Campionato
scorso, il portiere doveva avere almeno una parte del piede sulla linea di porta. E’
stato ora precisato che il portiere può avere il piede “dietro” la linea di porta, senza
con ciò rilevare alcuna infrazione che porti alla ripetizione del tiro di rigore.
Nessuna novità per il fallo di mano in area. Le regole restano quelle della scorsa
stagione; se il braccio è largo, si fischia il rigore.
Il designatore arbitrale Gianluca Rocchi ha recentemente dichiarato di investire di
sempre maggiori responsabilità i guardialinee. Loro dovranno collaborare anche più
di prima con l’arbitro principale.
In questa stagione, per la prima volta, ci sarà un arbitro-donna, Maria Sole Ferrieri
Caputi.
Non sarà facile per i nostri campioni abituarsi alle decisioni di una donna che
comanderà in campo; ma tant’è e le donne-arbitro saranno probabilmente sempre
di più, come in altri campi. Dobbiamo imparare anche a convivere con questa realtà,
pensando che le donne sono migliori degli uomini sotto molti aspetti.
Paolo Lenzi

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Settembre 28, 2022
-
Gianluca La Penna
L’8ª giornata di Serie A TIM Lazio-Spezia, in programma domenica 2 ottobre...
Settembre 27, 2022
-
Valerio La Torre
ATLETICA LEGGERA Maratona di Berlino: Daniele Ferrante 2h51’48” Maria Grazzia Bianchi 2h54’54” Emanuele...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA