Vittoria della Lazio Nuoto: Consiglio di Stato boccia il Campidoglio, la piscina della Garbatella tornerà al sodalizio biancoceleste

Il Consiglio di Stato, ha annullato l’aggiudicazione dell’impianto della Garbatella alla Maximo, di fatto riassegnandola alla Lazio Nuoto, giunta seconda nella corsa alla concessione della storica Piscina, gestita con affetto e professionalità dal presidente Claudio Moroli. Come ci spiega il legale del sodalizio biancoceleste, l’avvocato Daniele Sterrantino, dopo il Tar, il Consiglio di Stato dà un’altra “bastonata” al modus operandi di chi, per conto dell’amministrazione capitolina, ha gestito questa pagina, con la pessima macchia, a livello di immagine, dello sgombero forzoso avvenuto lo scorso 3 settembre, con uno schieramento imponente di Forze dell’Ordine, di una portata abitualmente adottata per esponenti malavitosi. Quindi i giudici di secondo grado hanno escluso gli assegnatari, la Maximo, dalla gara, imponendo la riapertura della procedura di assegnazione della piscina della Garbatella. Il prossimo passo, da parte di Roma Capitale, sarà estromissione della Maximo, aggiudicando la struttura alla Lazio Nuoto, giunta seconda.

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp

Leggi anche

Settembre 22, 2021
-
Gianluca La Penna
Un altro club della massima serie italiana cambia di mano. Come riporta...
Settembre 22, 2021
-
Gianluca La Penna
C’è una sorpresa, o almeno così sembrerebbe, nel progetto di Bilancio Separato...
Lazio Live

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA