Pallanuoto – Il sogno infranto

Campionato Nazionale di Pallanuoto Findomestic Cup 2007/2008 di serie A1
Finali Play Out – Gara 3
S.S. Lazio Nuoto – Bissolati Cremona 13-14
Parziali: 1-1; 4-3; 5-3; 2-5
LAZIO: Gazzarini, N. Gitto 3, Sebastianutti 1, Haufe 2, Latini 1, Lisi 3 (2 rig.), Colosimo, Tafuro 1, Mucanksy, Ragosa 1, Alonzi, Tomasic, Patricelli. All. Formiconi
CREMONA: Pastorino; Vannini; Vittorioso 2; Varga 3; Carippo; Wright; Ferreccio 1; Cavallera 1; Napolitano 1 (rig.); Sottani 4; Pasqualato. All. Stagno

ARBITRI: Brasiliano e Taccini.
NOTE: Superiorità numeriche: Lazio 3/11, Cremona 5/12. Regolamentari 12-12. Supplementari 13-14 (1-1, 0-1): 0-1 Varga (sn) 0.51 1ts, 1-1 Latini 2.41 1ts; 1-2 Cavallera 0.41 2ts. Espulsi per proteste Lazzari (dir. Cremona) tra 2° e 3°t , Stagno (all. Cremona), Vittorioso (C), Pastorino (C) e Wright (C) a 0.55 del 3°t. Usciti per limite di falli Vannini (C) nel 3°tp Ragosa (L) nel 4°tp e Cavallera (C) nel 2°ts. Spettatori 700 circa.

Roma, 30 aprile 2008 – La Lazio Nuoto retrocede in serie A2. Ad infrangere la speranza di salvezza dei biancocelesti è stato il Bissolati Cremona che, dopo essere stato sconfitto 12-9 al Foro Italico la settimana scorsa ed aver vinto in casa per 12-9 sabato scorso, ha inflitto un 14-13 ai padroni di casa nella bella dei play out di serie A1.
Il risultato di questo incontro al fotofinish è stato deciso ai supplementari, quando Cavallera a 48 secondi dal termine ha infilato la porta di Gazzarini.
Eppure la prima parte del match aveva visto i padroni di casa prevalere fino ad inizio del terzo tempo. Dopo il rigore realizzato da Lisi a 1’22’’ della terza frazione, seguivano alcune proteste di Vittorioso, che veniva definitivamente espulso. Ma, nonostante la prima decisione arbitrale, le proteste della squadra ospite proseguivano e a quel punto veniva estratto il cartellino rosso anche per il portiere Pastorino, per Wright e per l’allenatore. Dopo circa 10 minuti, il gioco riprendeva con il Cremona che schierava tra i pali Pasqualato ed i giocatori contati, ma più agguerriti che mai. Gli ospiti prendevano il sopravvento e le aquile perdevano la necessaria concentrazione. I tempi regolamentari si chiudevano così sul 12 pari. La situazione di parità (13-13) continuava anche dopo il primo tempo supplementare, ma a decidere le sorti dell’incontro ci pensava Cavallera ad uomini pari.
“E’ un match difficile da commentare – ha spiegato il coach Pierluigi Formiconi -. Avevamo praticamente vinto, ma dopo quanto successo ad inizio terzo tempo abbiamo sbagliato troppo, facendoci prima raggiungere e poi non siamo stati in grado di reagire. Complimenti al Bissolati Cremona che ci ha creduto fino alla fine”.
A complimentarsi con gli avversari ci ha pensato anche il presidente Massimo Moroli, che poi ha concluso: “Grande è l’amarezza per quanto succeso in vasca. Purtroppo non siamo riusciti a concretizzare. A mente fredda ragioneremo su quanto accaduto e sul futuro”.

Anna Tina Mirra, Ufficio Stampa S.S. Lazio Nuoto

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Dicembre 9, 2022
-
Gianluca La Penna
La Lazio ha sorpreso ha annunciato una nuova iniziativa per aumentare il...
Dicembre 8, 2022
-
Gianluca La Penna
La fine dell’anno si avvicina e Claudio Lotito non ha ancora compiuto...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA