Berardi e Raspadori ribaltano la Lazio: Europa ancora più lontana

Il Sassuolo rimonta la Lazio e grazie ad una prestazione fatta di attenzione e tecnica incassa tre punti importanti, salendo a quota 23, meno due dagli avversari odierni che scivolano al nono posto. Successo casalingo che mancava dal 31 ottobre contro l’Empoli, maturato nella ripresa grazie alle rete di Berardi al 63′, sinistro a giro dal limite; Raspodori al 69′, destro che anticipa una tentata conclusione dell’esterno calabrese. Al Mapei i padroni di casa menano sempre le danze, gli ospiti possono reclamare solo sulla traversa al 90′ colta da una splendida punizione mancina di Basic, per il resto i numeri parlano chiaro: 16 tiri a 6 per i ragazzi di Dionisi, 6 a 2 qulli nello specchio; 59% possesso per i neroverdi che battono anche 6 corner contro zero di Immobile&CO. Come detto la contesa offre già nel primo tempo grande intensità, parziale chiuso in vantaggio dagli ospiti grazie alla rete di Zaccagni al 7′, gol maturato nell’unico tiro biancoceleste nello specchio. Nell’occasione bravo Hysaj a rubare palla a Raspadori, lancio per Pedro che dalla destra crossa in mezzo per l’accorrente Zaccagni che infila Consigli. Padroni di casa che reagiscono subito e dal 12′ al 17′ creano tre palle gol, su due è bravo Strakosha a salvare su Scamacca – nella seconda con aiuto del palo – nella rimanente e Ramos a immolarsi di testa sulla botta di Raspadori. Emiliani col 4-2-3-1, Berardi, Raspadori e Traore dietro Scamacca. Capitolini con il 4-3-3, assenti Milinkovic e Luis Alberto, Cataldi è il regista con Basic e Akpa Akpro interni; Pedro e Zaccagni accanto a Immobile, apparso più impreciso del solito. Risultato che già dopo 45′ va stretto ai ragazzi di Dionisi che spesso hanno costretto la difesa ospite a chiusure alla disperata. La ripresa offre segnali nefasti subito con l’ingresso di Felipe Anderson (FA) per Pedro, lo spagnolo lascia il campo per un affaticamento, Proprio il neoentrato al 48′ perde una palla stupida, sull’azione successiva Scamacca e Berardi non concretizzano. La Lazio accusa la fatica, sembra meno intensa e il Sassuolo, come raccontato, in sei minuti dal 63′ al 69′ la ribalta. La fortuna gira ancora le spalle a Sarri che perde anche Zaccagni, sostituito da Lazzari che va a fare la freccia destra del tridente con Anderson a sinistra. Di fatto il copione non cambia, Sarri allora tenta l’ultima carta al 78′ con leiva e Muriqi per Cataldi e Hysaj, Lazio col 4-4-2 che di fatto inizia a lanciare lungo per la sponda del kosovaro che non trova mai sbocchi. Muriqi però ha il merito al minuto 87′ di far espellere Ayhan per fallo da ultimo uomo; sulla successiva punizione la traversa di Basic già raccontata. Fino al termine gli emiliani giustificano il risultato con una condotta coraggiosa, coadiuvata anche da una panchina di qualità che a visto entrare profili come Defrel e Boga. Sarri ha tanto da lavorare, forse più di quanto lo stesso tecnico si sarebbe aspettato. Le scelte di oggi dimostrano come Sarri, al di là delle sue colpe che sono chiare, consideri la rosa sia incompatibile tatticamente sia numericamente insufficiente. Ai nomi di Vavro, Muriqi, Escalante, Kamenovic (arriverà a gennaio ma è stato già bocciato, ndr), va aggiunto anche quello del giovane Raul Moro, pagato 6,5 milioni ma ritenuto acerbo, tanto che rmai il quarto esterno offensivo è diventato Lazzari. Molto da fare per Tare e Lotito, dando un’occhiata al Sassuolo forse una buona idea per iniziare a strutturare un team per realizzare un mercato diverso. Non sarà affatto facile.

SASSUOLO-LAZIO 2-1

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Toljan, Ferrari (74′ Ayhan), Chiriches, Rogerio; Frattesi, Lopez; Berardi (80′ Defrel), Raspadori (89′ Muldur), Traore (74′ Henrique); Scamacca (80′ Boga).

A disp.: Satalino, Pegolo, Goldaniga, Peluso, Kyriakopoulos, Magnanelli, Harroui.

All.: Alessio Dionisi

LAZIO (4-3-3): Strakosha; Hysaj (78′ Muriqi), Luiz Felipe, Acerbi, Marusic; Akpa Akpro (71′ A. Anderson), Cataldi (78′ Leiva), Basic; Pedro (46′ F. Anderson), Immobile, Zaccagni (65′ Lazzari).

A disp.: Reina, Adamonis, Patric, Radu, Vavro, Escalante, Moro.

All.: Maurizio Sarri

Arbitro: Simone Sozza (sez. Seregno)

Assistenti: Vivenzi – Lombardo

IV ufficiale: Cosso

V.A.R.: Irrati

A.V.A.R.: Carbone

NOTE: Ammoniti: 39′ Marusic (L), 73′ A. Anderson (L), 78′ Berardi (S). Espulso: 87′ Ayhan (S)

Recupero: 1′ pt, 5′ st

Serie A TIM | 17ª giornata

Domenica 12 dicembre 2021, ore 18:00

Mapei Stadium, Reggio Emilia

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Maggio 28, 2022
-
Gianluca La Penna
Il Chelsea non è più in mano a Roman Abramovich, arrivato a...
Maggio 28, 2022
-
Gianluca La Penna
Hellas Verona FC comunica l’interruzione consensuale del rapporto professionale con mister Igor Tudor. “Decisione...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA