Sarri “contro” gli arbitri: la Procura Federale accetta il patteggiamento ma servono altri sì

Le dichiarazioni di Maurizio Sarri in merito alla classe arbitrale, rilasciate dopo Lazio- Napoli del 3 settembre avevano fatto aprire alla Procura Federale un fascicolo per violazione dell’articolo 23 del Codice di Giustizia Sportiva (CGS), dichiarazioni lesive. Il procuratore Giuseppe Chinè, Sarri e la Lazio, dopo la chiusura delle indagini, avrebbero trovato un accordo sull’entità della sanzione. Come stabilito dall’articolo 126 del CGS, “Applicazione di sanzioni su richiesta prima del deferimento”, questo è possibile tra l’avviso di conclusione indagini e il deferimento, ma questa intesa, deve essere prima validata dal Procuratore Generale dello Sport presso il Coni, Ugo Taucer, quindi dal presidente Figc Gabriele Gravina, una volta sentito il Consiglio Federale. Secondo la Repubblica, la pena sarebbe quella di un’ammenda di 4000 euro ciascuno a tecnico e club, quest’ultimo punito per responsabilità oggettiva.

Foto: sslazio.it

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Settembre 28, 2022
-
Gianluca La Penna
L’8ª giornata di Serie A TIM Lazio-Spezia, in programma domenica 2 ottobre...
Settembre 27, 2022
-
Valerio La Torre
ATLETICA LEGGERA Maratona di Berlino: Daniele Ferrante 2h51’48” Maria Grazzia Bianchi 2h54’54” Emanuele...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA