Lazio News, Sarri dixit: “Mi piace la gente laziale: famiglie e giovani. La squadra si perde spesso ma ho sensazioni positive”

Dopo un lungo silenzio, Maurizio Sarri si è confessato in una corposa intervista al Corriere dello Sport. Nel colloquio con Ivan Zazzaroni, il tecnico toscano si è soffermato più sul suo passato che sul suo futuro alla Lazio. Vi proponiamo alcuni dei passaggi di quanto pubblicato oggi dal quotidiano di Piazza Indipendenza.

I GIOCATORI E IL SUO CALCIO

“Raul Albiol, difensore di livello superiore. In pochissimo tempo capì tutto, al punto che io potevo starmene a casa. L’allenamento avrebbe potuto dirigerlo lui. In termini di gioco il mio ultimo Napoli giocava il calci che avevo in mente, con un coinvolgimento totale. Anche ad Empoli dai ragazzi ho ricevuto ciò che volevo. Alla Juventus e al Chelsea non ci sono riuscito, ma ci vuole tempo per incidere”.

Chiellini, la Juventus e CR7

“Nella fase iniziale non ci furono contrasti. Se ricordo bene nella prima partita segnò pure. E due giorni prima della gara col Napoli si ruppe il crociato. Era una Juve giunta a fine ciclo e io me ne accorsi subito. Ho il rimpianto di non averlo potuto allenare Cristiano da giovane. L’ho trovato che era già diventato un’icona mondiale. La squadra doveva adattarsi a lui, non il contrario. Con me segnò 33 gol in campionato, ma non è mai facile convincere un campione con quei fatturati a cambiare percorso. A me piace un calcio in cui tutti si mettono al servizio del collettivo”.

MOURINHO

“Mi sta simpatico. Ma le differenze tra di noi dipendono in prevalenza dalle origini: io sono partito dai Dilettanti, lui da Barcellona. Tra Stia e Barcellona c’è un bel cavolo (eufemismo) di differenza”.

LA LAZIO

“Qui sto bene, mi piace l’ambiente e ho la possibilità di esprimermi e divertirmi. Anche io sono cambiato, ora mi devo divertire, è cambiato il mio sentimento nei confronti del calcio. Mi piace anche la gente laziale: da fuori mi ero fatto un’idea completamente diversa, sbagliata. Il 99% del popolo laziale è formato da famiglie, giovani. Ci manca ancora l’equilibrio della grande squadra, sia tattico sia mentale Resto convinto che in un match secco possiamo vincere contro chiunque, il guaio è che molto spesso si perde, si fa mancare . Quello che voglio quest’anno è mostrare una squadra vera, e dai primi allenamenti ho ricevuto sensazioni positive. Sta per cominciare una stagione folle, mi aspetto risultati imprevedibili”

LOTITO

“Non riesco a capire fino in fondo la sua impopolarità. Comunicazione sbagliata? Possibile. Lotito ha preso la Lazio che era un disastro e bene o male la sta tenendo costantemente tra le prime cinque, sei. Pensa, io lo trovo piacevole, è uno di spirito e che ti ascolta. Avrà mille altri difetti, ma è di un’intelligenza rara e soprattutto sul piano sportivo lascia piena autonomia”.

TARE

“Mai avuto problemi con lui. Possiamo non concordare sulla valutazione di un giocatore o su alcune scelte, ma questo rientra nella normale dialettica di un gruppo di lavoro”.

LUIS ALBERTO

 “Luis Alberto per il secondo anno di seguito ha espresso la volontà di finire la carriera in Spagna. Più che in Spagna in generale, proprio a Siviglia. Non so dirti se l’avrò ancora a inizio settembre. Ragazzo intelligente, gran bel giocatore e carattere, se vuoi, particolare”.

Milinkovic-Savic

 “Sergej è di livello altissimo, piccoli difetti e potenzialità ancora inesplorate. In alcuni momenti della partita privilegiava l’estetica, la giocata che definisco effimera, a scapito dell’efficacia. Però è vero, nell’ultima parte del campionato ha cercato la funzionalità e ha fatto la differenza”.

Francesco Acerbi

“A fine stagione ha espresso il desiderio di cambiare aria e la società cercherà di accontentarlo, per questo sono stati fatti altri programmi”.

FOTO: sslazio.it

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Agosto 18, 2022
-
Valerio La Torre
Lo Stadio Flaminio non è più un sogno per la Lazio. Arrivano importanti novità sotto...
Agosto 18, 2022
-
Valerio La Torre
Raul Moro nonostante i dubbi nello scendere di categoria, pensa al rilancio. In...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA