Lazio News, Lotito e il Campobasso: “La Lazio nel 1987 vinse sul campo meritatamente. Spero che i molisani possano essere supportati”

«Voglio risarcire il Campobasso affinché torni nel calcio professionistico». Queste frasi di Claudio Lotito, pronunciate ieri in Molise durante il tour elettorale, insieme con Antonio Tajani di Forza Italia, hanno scatenato la reazione dei tifosi della Lazio. Il riferimento è a quanto accaduto nell’estate del 1987, quando il 5 luglio, la squadra di Fascetti, nell’ultima gara degli spareggi a tre per non retrocedere in serie C (l’atra squadra era il Taranto, ndr), con una rete di Poli condannò proprio i rossoblù molisani. In realtà, il Campobasso retrocesse in virtù della sconfitta della Lazio con il Taranto nel primo match di questo gironcino, arrivata con un gol di De Vitis con mezzo metro di fuorigioco. La rabbia dei sostenitori è per il termine usato, risarcimento, come se i capitolini avessero compiuto qualcosa di illegittimo, tanto che il presidente è stato costretto a intervenire. «Il mio impegno in politica non mi farà mai trascurare la Lazio. Non ho mai detto che compro il Campobasso. Trentacinque anni fa la Lazio prevalse negli spareggi a Napoli contro Campobasso e Taranto: una storia che per i tifosi biancocelesti è diventata leggenda, perché coronamento di una stagione di enormi sofferenze, cominciata con nove punti di penalizzazione in quel campionato – ha sottolineato l’imprenditore capitolino – Da appassionato di sport, prima ancora che da imprenditore e dirigente sportivo, ho ricordato quel fatto utilizzando un termine, risarcimento, che non ha alcuna connessione tra quanto accaduto ormai nel secolo scorso, in quanto la Lazio vinse meritatamente sul campo, ma che attraverso la figura del Presidente della Lazio, il Campobasso possa avere un supporto. Un risarcimento da intendersi dunque come debito morale e voglia di lavorare per restituire ai tifosi della squadra molisana l’opportunità di militare e tornare nel grande calcio». Polemiche anche per una frase sulla collocazione geografica di Amatrice (Lotito inoltre è originario di quei luoghi, ndr).: «So benissimo che oggi fa parte del Lazio, ma quando è nato mio nonno, e parlo dell’Ottocento, faceva parte degli Abruzzi, un territorio molto simile al Molise. Ho detto questo e ogni mia frase ricomincia ad essere strumentalizzata e raggirata per colpirmi a livello politico. Ma io so bene come funziona questo gioco…». Con le tessere del Risiko apposto, i laziali sperano che arrivi un terzino sinistro, fatto decisamente improbabile, a maggior ragione se il passaggio di Acerbi in prestito all’Inter, saltasse definitivamente.

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Settembre 28, 2022
-
Gianluca La Penna
L’8ª giornata di Serie A TIM Lazio-Spezia, in programma domenica 2 ottobre...
Settembre 27, 2022
-
Valerio La Torre
ATLETICA LEGGERA Maratona di Berlino: Daniele Ferrante 2h51’48” Maria Grazzia Bianchi 2h54’54” Emanuele...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA