Lazio News, Fabiani: “Nella Lazio di oggi non c’è spazio per una figura come la mia. La Primavera? Ho un profilo ben delineato…”

L’ex ds della Salernitana, Angelo Fabiani, è intervenuto stamattina ai microfoni di Radiosei nella trasmissione ‘Sei Volte Buon Giorno’. Il dirigente ha ripercorso così la stagione dei campani, terminata con la permanenza in serie A. “Neanche se avessi voluto scrivere un epilogo del genere con la Salernitana mi sarebbe venuto così. La salvezza è arrivata dopo un lavoro di anni. Ho sempre detto che se fosse cambiata la società avrei fatto un passo indietro. Ho lasciato il club in buone condizioni economiche – un paracadute da 10 milioni, oltre 8 milioni tra giocatori ceduti – con due partite da recuperare, ho fatto il professionista, sono contento per le tante persone che conosco che hanno a cuore la Salernitana che si sia salvata”. Fabiani da settimane è avvicinato alla Lazio, qualcuno parla di un ruolo da coordinatore del settore giovanile. “La Lazio con Tare, Calveri e Bianchessi ha ottimi professionisti e non vedo come un’altra figura possa inserirsi in questo contesto. Ho ottimi rapporti con Lotito ma non abbiamo mai parlato della Lazio, e ci sentiamo spesso. Se lui ha pensato a me ne sono contento, ma direi che è una suggestione”, ha affermato l’uomo mercato, aggiungendo poi sull’ipotesi di gestire la Primavera: “Io ho un profilo ben delineato, ho spesso preso società sull’orlo del fallimento e in crisi di risultati e le ho riportate in alto. Lasciai il Messina con cui ero arrivato settimo in A per andare al Genoa di Preziosi in C con cui vinsi il campionato. Il futuro della Lazio non può che essere importante, conosco Sarri dai tempi della Nocerina, e si può solo migliorare”. Fabiani ha anche parlato di come sia cambiato il ruolo di ds in questi anni: “Oggi valorizzare la società è facile, bisogna solo avere intuito. Lo dimostrano i casi Immobile e Milinkovic. Io preferisco sempre puntare sui giocatori affamati, che ancora devono arrivare. L’importante è capire cosa vuole la società e muoversi in tal senso. Il calcio in questi anni è cambiato: ormai c’è la società del procuratore, la società intorno al giocatore e la società calcistica. Mettere d’accordo tutte queste parti non è facile. Prima il procuratore era una figura quasi marginale, oggi se l’agente si mette di traverso la trattativa può saltare. I video per conoscere i calciatori? Vanno visti dal vivo, sul campo, osservare le loro capacità di fare giocate particolari. Scouting? E’ importante avere contatti e amici in vari paesi, appoggiarsi a loro, ma poi i giocatori vanno visti dal vivo”. Fabiani alla fine ha rivelato un aneddoto su Sarri. “Lo conosco dai tempi della Nocerina. Su questo ho scherzato con il mio amico Salvatore Avallone, all’epoca in Campania, attuale team manager della Salernitana. “Con lui scherzo sempre, una volta gli dissi ‘Ricordati che tu sei quello che ha licenziato Sarri quando era alla Nocerina”.

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Ottobre 5, 2022
-
Gianluca La Penna
La 9ª giornata di Serie A TIM Fiorentina-Lazio, in programma lunedì 10...
Ottobre 4, 2022
-
Gianluca La Penna
Lazio al lavoro nella seconda seduta settimanale in vista del match con...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA