Lazio e Sarri nel baratro senza reagire, ciclo finito

La pesante sconfitta di ieri sera- decima in campionato- contro la Fiorentina, ha fatto scivolare la Lazio all’ ottavo posto a -8 punti dalla zona Champions e a -4 punti dall’Europa League. La peggiore Lazio dell’anno in uno dei periodi peggiori della stagione per i molteplici impegni ravvicinati. Stavolta a preparare la trappola a Sarri è stato Vincenzo Italiano, che prima di ieri non era mai riuscito a battere il Comandante.

Ma non è solo la prestazione indecorosa il problema, è soprattutto l’atteggiamento di una Lazio lenta e fragile che è preoccupante. E ora son guai perchè la Lazio si ritrova, alla vigilia del match con il Milan di venerdì e il ritorno con il Bayern martedì prossimo, in una situazione di estrema fragilità fisica e mentale. Con Sarri che sembra aver perso il controllo, un attacco che segna col contagocce, la difesa sempre più vulnerabile e con l’Europa ormai a rischio.

Quello che sorprende delle prove biancocelesti finora è la mancanza assoluta di rabbia: una squadra che non lotta, non si danna mai l’anima che subisce passivamente gli avversari. E all’orizzonte non sembra esserci una svolta, che possa dare una scossa alla squadra. Ciclo finito? Senza dubbio, a giugno andranno fatte da parte della società delle valutazioni su alcuni giocatori che sembrano giunti al capolinea dell’avventura biancoceleste.

Foto: sslazio.it

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Aprile 17, 2024
-
Daniele Valeri
La designazione arbitrale della 33ª giornata di Serie A TIM ha assegnato...
Aprile 17, 2024
-
Daniele Valeri
La S.S. Lazio comunica che dalle ore 12:00 di oggi, mercoledì 17...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA