Lazio, da Sarri a Tudor: limiti caratteriali e i soliti blackout

Da Sarri a Tudor la sostanza non cambia, una squadra che mostra sempre i suoi limiti tecnici e caratteriali. La Lazio di Monza, è l’immagine della squadra di quest’anno. Due volte in vantaggio, si è fatta raggiungere dai brianzoli apparsi in campo più brillanti e volenterosi. L’uscita dal campo di Mattia Zaccagni ha dato linfa nuova agli uomini di Palladino. Immobile e Company hanno faticato parecchio a imporsi: la prestazione fornita nei primi venticinque minuti avrebbe meritato un epilogo diverso da un semplice pareggio, ma i biancocelesti difettano ancora di continuità e concentrazione.

Un inspiegabile blackout anche dopo il gol del 2-1 di Vecino a pochi minuti dalla fine. Una squadra incapace di tenere botta al pressing finale dei lombardi che trovano il gol del meritato pareggio al 92esimo. Infine, anche l’ingenuità dei singoli fa la differenza. Per raggiungere traguardi ambiziosi sarà necessario fare uno sforzo in sede di mercato, per alzare la famosa cilindrata invocata tante volte da Sarri. Il campionato è alle battute finali, la Lazio è in piena corsa per un posto in Europa, quasi tagliata fuori per il quinto posto.

Foto: sslazio.it

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Giugno 22, 2024
-
Fabrizio Picariello
Nel vortice di mercato che sta vivendo in questi giorni la prima...
Giugno 21, 2024
-
Daniele Valeri
Federico Palmaroli, grande tifoso della Lazio noto fumettista e autore de “Le...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA