Lazio, addio Champions: Sarri non è l’unico colpevole

La Lazio di questa stagione sta collezionando un fallimento dopo l’altro. Il primo campanello d’allarme era già arrivato con l’inizio di Campionato horror. Infatti nelle prime due giornate sono arrivate le sconfitte contro il Lecce in trasferta (2-1 in rimonta) e Genoa in casa (0-1). A gennaio la Lazio è volata in Arabia per la Supercoppa Italiana, bistrattata da Sarri, dove è arrivata la sconfitta per 3-0 contro l’Inter, senza mai tirare in porta. Infine l’eliminazione di ieri contro il Bayern Monaco negli ottavi di Champions, dove i tedeschi hanno saputo ribaltare la gara d’andata. Sconfitta meritata per 3-0, anche se la chance capitata sullo 0 a 0 a Ciro Immobile brucia ancora.

C’è molto rammarico per come è avvenuta, soprattutto perchè nella gara d’andata, con i bavaresi in 10, si doveva fare di più dell’1-0. Ma nel calcio contano i gol e la Lazio di questo periodo trova enormi difficoltà a farli. L’intera stagione è stata costellata di tanti bassi e qualche alto, con un campionato compromesso (-6 punti dall’Europa League), con tutto quello che ne potrebbe conseguire in termini economici.

Un ancora di salvataggio è sicuramente la Coppa Italia. Vincerla, consentirebbe l’accesso diretto all’Europa League. Ma non si può puntare al ritorno in Europa senza una struttura societaria, con un direttore sportivo che dovrà avere più potere sul mercato. Errori gravi che stanno portando tanti risultati negativi e tanti nodi da sciogliere a giugno.

Foto: sslazio.it

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Luglio 22, 2024
-
Andrea Giagoni
La Lazio ha mostrato un forte interesse per Laurienté, vedendo in lui...
Luglio 22, 2024
-
Valerio La Torre
Lo avevamo promesso e lo  abbiamo mantenuto Per essere chiari, 4 anni...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA