La rabbia di Sarri sull’arbitro: “Ha fatto una cazzata, quello è rigore. Fossi il presidente vorrei incontrare Rocchi…”

Maurizio Sarri ci prova a trattenersi nel dopo gara di Lazio-Napoli, ai microfoni di Dazn analizza il match ma poi sbotta sul mancato rigore, e non solo, non assegnato alla Lazio. “Purtroppo dopo i primi 20 minuti ci siamo abbassati troppo consentendo loro di fare quello che gli riesce meglio, ovvero palleggiare. Avremmo dovuto coprire la palla invece ce li siamo portati in area. La squadra non mi è dispiaciuta perché alla fine abbiamo provato a riprenderla e ne avevamo più di loro, ma questa gara è stata condizionata dagli arbitri”, ha spiegato l’allenatore toscano. Sarri, che ha specificato come “il gap con le squadre più forti si sia ridotto”, si riferisce a due episodi in particolare. “Sull’1-1 prima del corner Kim spinge a due mani Luis Alberto, a palla ferma non è punizione ma Sozza deve fermare il gioco e consentire al mio giocatore di riposizionarmi, invece non l’ha fatto. Il rigore era netto: una gomitata sul mento è una gomitata, non l’hanno vista in due. Il Var non poteva intervenire? Non diciamo cazzate, parliamo di un chiaro errore e se il Var non può intervenire allora a cosa serve”. Sarri rivela poi qualcosa di inquietante. Dopo la prima gara col Bologna, l’arbitro del match successivo (Torino-Lazio, ndr) nel tunnel ci ha detto che ci eravamo comportati male. Prendiamo tanti ammoniti, Rocchi deve intervenire”. Frasi che l’ex allenatore del Chelsea rincara in sala stampa nella conferenza. “Che quest’anno noi stiamo sui coglioni all’arbitro è palese. Ce lo hanno detto anche dopo il Bologna. Siamo una delle squadre meno fallose della Serie A. Siamo usciti con tutti ammoniti noi, inquietante la direzione arbitrale e quella del Var. Il Napoli è una grande squadra e può vincere con chiunque, poteva vincere lo stesso. Siamo diventati troppo attendisti dopo il gol preso, gli episodi che ci hanno condizionato il risultato hanno dei responsabili palesi. Rocchi deve intervenire”, ha sottolineato l’erede di Inzaghi, che ha reagito così quando gli hanno riferito che Spalletti aveva definito Sozza un arbitro top. “Se avesse arbitrato a parti invertite sarei stato molto contento, è normale che Spalletti lo sia. Differenze con la Samp? Non lo so, la violenza del contatto la deve valutare l’arbitro. Ma c’è poco da valutare, è una palese cazzata dell’arbitro. Il Var è stato inventato per questo. Io se fossi il presidente domani vorrei un confronto immediato con Rocchi”.

Foto: sslazio.it

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Settembre 25, 2022
-
Gianluca La Penna
Ciro Immobile non prenderà parte alla trasferta a Budapest per la gara...
Settembre 25, 2022
-
Gianluca Dodero
Tutto pronto per l’intitolazione dell’area verde di Piazza della Libertà a Luigi...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA