Gimenez gela la Lazio e la condanna al terzo posto: Sarri scivola in Conference

Dura 47 minuti la Lazio allo stadio “De Kuip” di Rotterdam, un buon primo tempo, un’azione di Felipe Anderson che non si concretizza, come il bel destro al 4′ deviato da  Bijlow sulla traversa e i biancocelesti si sono fermati, quasi intrinsecamente convinti che la gara non potesse sfuggire al loro controllo. Cosa che invece, come avvenuto con la Salernitana, è puntualmente accaduto.

Gimenez, entrato da pochi secondi, al 64′ approfitta di un pasticcio difensivo su un lancio di  Hartman, quest’ultimo entrato al 46′, si avventa sulla sfera lasciata rimbalzante da un distratto Provedel e in scivolata infila l’1-0, risultato che non cambierà. Nella circostanza Sarri lamenta due falli: il primo su cancellieri quando gli olandesi rubano palla; il secondo su Patric, spinto lievemente da Gimenez: lo spagnolo cadrà su Provedel che però, va detto, non è mai stato in pieno possesso del pallone.

Alla fine della fiera, cosa probabilmente senza precedenti, nel GRuppo F finiscono tutte a 8 punti, si qualificano gli olandesi e il Midtjylland grazie al 2-0 sullo Sturm Graz; Lazio terza e in Conferenze, austriaci out. Una beffa per Sarri, dopo quella interna con lo Sturm Graz – vedi secondo giallo inventato a Lazzari – la Lazio paga un’altra direzione arbitrale discutibile, con Pejito che soprattutto dal 60′ fischia a senso unico, incredibile in tal senso il mancato fallo né il conseguente giallo sanzionati a Hancko per la forbice su cancellieri lanciato verso la porta avversaria.

Da evidenziare, oltre all’errore di Provedel nel gol, anche la scarsa prova di Milinkovic, tra i peggiori in campo. Tutto da dimenticare, ora testa al derby, un’altra battaglia, meno male che arbitra Orsato, una garnzia.

FEYENOORD-LAZIO 1-0

Marcatore: 64′ Gimenez (F)

FEYENOORD (4-3-3): Bijlow; Geertruida, Trauner, Hancko, Lopez (46′ Hartman); Q. Timber (90’+2′ Wieffer), Szymanski, Kokcu; Dilrosun, Danilo Pereira (63′ Gimenez), Paixao (72′ Walemark).

A disp.: Marciano, Wellenreuther, Pedersen, Bjorkan, Rasmussen, Jahanbakhsh, Benita, Bullaude.

All.: Arne Slot

LAZIO (4-3-3): Provedel; Lazzari (46′ Marusic), Casale, Patric, Hysaj; Milinkovic, Marcos Antonio (67′ Cataldi), Basic (67′ Vecino); Cancellieri (81′ Romero), Felipe Anderson, Zaccagni (63′ Pedro).

A disp.: Maximiano, Magro, Romagnoli, Radu, Gila, Luis Alberto.

All.: Maurizio Sarri

Arbitro: Irfan Peljto (BIH)

Assistenti: Davor Beljo (BIH) – Damir Lazić (BIH)

IV ufficiale: Miloš Gigovic (BIH)

V.A.R.: Bastian Dankert (GER)

A.V.A.R.: Alejandro Hernández (ESP)

NOTE. Ammoniti: 32′ Lazzari (L), 52′ Zaccagni (L), 77′ Pedro (L), 78′ Cancellieri (L), 80′ Sarri (L), 87′ Bijlow (F) Gimenez (F), 90+5′ Romero (L).

Espulso: 90+6′ Romero (L) per doppia ammonizione.

Recupero: 2’pt, 6′ st.

UEFA Europa League | 6ª giornata, gruppo F

Giovedì 3 novembre 2022, ore 18:45

Stadion Feijenoord “De Kuip”, Rotterdam (NED)

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Dicembre 2, 2022
-
Gianluca La Penna
Doppia seduta oggi e domani per la Lazio di Maurizio Sarri dopo...
Dicembre 2, 2022
-
Gianluca La Penna
L’Uefa ha aperto un’inchiesta sulla Juventus per “potenziali violazioni dei regolamenti sulle...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA