Coppa Italia, col Genoa basta un lampo di Guendouzi: Lazio ai quarti

Un anticipo secco di Luca Pellegrini vale l’assist d’oro per Mateo Guendouzi che di piatto destro buca Leali, apparso non rapidissimo nell’occasione. Con questa trama al 5′, la Lazio supera il Genoa 1-0 e approda ai quarti di finale di Coppa Italia dove troverà la vincente tra Roma e Cremonese, gara secca in casa giallorossa.

Sarri vuole evitare brutte figure e limita il turnover al minimo sindacale. Davanti a Provedel, coppia centrale obbligata con Patric e Gila, sulle fasce tocca a Hysaj e Pellegrini. Rovella è il regista, Guendouzi e Kamada interni; in attacco Isaksen, Castellanos e Pedro. I primi 20 minuti sono targati solo Lazio. Dopo il vantaggio, un bel taglio dell’ex Marsiglia serve Pedro ma lo spagnolo è un po’ defilato e non colpisce con forza. Il Genoa cresce col tempo e Retegui, al rientro dopo due mesi di assenza, è bravo ad anticipare Patric ma per fortuna dei padroni di casa, la sfera termina alta.

Il Genoa rispetto all’1-1 interno con l’Empoli cambia nove undicesimi ma fa comunque una bella figura, la Lazio ancora non si “prende” le partite come accadeva lo scorso anno. Soprattutto, la squadra resta bassa, senza aggredire, anche a fronte di un avversario con poche risorse come era il Grifone stasera. Nella ripresa la Lazio vuole solo controllare, spreca un paio di ripartenze, soprattutto né Kamada né Catellanos appaiono nella forma migliore.

Il gol vero lo divora Basic all’82’, due minuti dopo il suo ingresso. Servito da Anderson, solissimo e lanciato, a tre metri da Leali sfodera un sinistro moscio e impreciso. Incredibile perché, se hai zero minuti in stagione, la palla andrebbe spaccata dalla rabbia mentre il croato la accarezza senza costrutto. In tema di individualità, Guendouzi merita 8 per applicazione e concretezza. Soddisfacente anche Pellegrini, l’ex Juve però anche stasera prende il giallo per un’entrata sul 2006 fini. In difesa, Gila nel primo tempo appare lontano parente di quello visto col Cagliari sabato scorso, distratto e propenso a compiere leggerezze, soprattutto in uscita palla.

Da segnalare, il problema muscolare occorso a Isaksen che al 27′ ha lasciato spazio a Felipe Anderson, anche stasera poco ficcante. Lazio ai quarti ma la strada da fare per Sarri appare ancora tanta, soprattutto nella pressione siamo lontani dai ritmi che servono per dare una sterzata definitiva al campionato. Il Genoa si rituffa in campionato dove è 14°, la Coppa Italia era l’ultimo dei pensieri di Gilardino.

IL TABELLINO DEL MATCH

LAZIO-GENOA 1-0

Marcatore: 5` Guendouzi 

LAZIO (4-3-3): Provedel; Hysaj, Patric (65` Marusic), Gila, Pellegrini; Guendouzi, Rovella (80` Cataldi), Kamada (80` Basic); Isaksen (27` Felipe Anderson), Castellanos (65` Immobile), Pedro .

A disp.: Sepe, Mandas, Kamenovic, Lazzari, Ruggeri, Kamenovic, Gonzalez, Sana Fernandes.

All.: Maurizio Sarri

GENOA (3-5-1-1): Leali; Vogliacco (80` Fini), Dragusin (69` De Winter), Matturro (61` Haps); Hefti, Kutlu, Jagiello (61` Malinovskyi), Thorsby, Martin; Galdames, Retegui (69` Puscas).

A disp.: Calvani, Sommariva, , Sabelli, Fini, Papadoupolos, Arboscello, Pittino.

All.: Alberto Gilardino

Foto: sslazio.it

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Febbraio 23, 2024
-
Daniele Valeri
La Lazio si ritroverà oggi a Formello per iniziare la preparazione al...
Febbraio 23, 2024
-
Daniele Valeri
La S.S. Lazio comunica di avere ricevuto eccezionalmente dal Bayern Monaco ulteriori...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA