Calciomercato Lazio – Profilo di Nicolò Fagioli, regista in pectore che piace a Maurizio Sarri

Ventuno anni scoccati lo scorso 12 febbraio, Nicolò Fagioli da Piacenza è uno degli ultimi profili emersi per il centrocampo della Lazio. A fare sil suo nome sarebbe stato Maurizio Sarri che vedrebbe bene il centrocampista di scuola Juventus come erede di Leiva, sebbene in quel ruolo non abbia di fatto mai giocato. Fagioli, contratto in scadenza nel 2023 con la Juventus, gestito da Andrea D’Amico, è arrivato in prestito alla Cremonese nell’ultimo giorno di mercato, per lui 3 gol e sette assist in 29 presenze. Come ricorda il sito Ultimouomo.it, nel settembre 20218 Allegri spese belle parole per il piacentino: «Noi abbiamo un ragazzo, che è un 2001, e adesso ve lo dico: vederlo giocare a calcio è un piacere. Si chiama Nicolò Fagioli, è un piacere perché conosce il gioco. Ha i tempi di gioco giusti, come smarcarsi, quando e come passare la palla. È bello vederlo giocare». Belle parole che però nel 2018-2019 non fruttarono presenze per il ragazzo – con una sola presenza nell’U23, la squadra satellite della Juventus in Serie C – Nel 2019-2020, l’anno del Covid, con Pirlo solo due presenze, mentre con l’U23 una trentina di presenze in tre anni. Insomma, talento sì ma che il campo lo vedeva poco, forse per un fisico un po’ leggerino con il suo metro e settantotto di altezza e una struttura agile ma non prepotente. Arriviamo così all’approdo in grigiorosso sotto la regia di Ariedo Braida. In panchina Fagioli ritrova Pecchia che nell’U23 della Juventus l’aveva fatto traslocare dalla trequarti alla mediana, così l’ex mediano del Napoli: «Io ho lavorato con Jorginho che è molto simile a Nicolò, guardate ora dov’è arrivato». Fagioli nel 4-2-3-1 di Pecchia si muove da trequartista e da interno, poche volte si muove da vertice basso nel 4-3-3, modulo usato dal ct Nicolato contro la Bosnia Under 21 che ha visto Fagioli mezzala sinistra. Grande tecnica, usa entrambi i piedi e la sua qualità emerge sia nel palleggio corto sia nel lancio lungo, non ama i contrasti fisici e di testa non vince molti duelli. A livello di resistenza non offre il massimo, su 29 gettoni in B ben 16 volte è stato utilizzato in misura parziale, segno che i margini in tal senso sono alti. Per Sarri sarebbe una scommessa affascinante, fermo restando che Leiva garantiva letture e coperture al momento sconosciute al talento piacentino il cui valore non dovrebbe superare gli 8-10 milioni.

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Ottobre 4, 2022
-
Gianluca La Penna
La S.S. Lazio comunica che, dalle ore 16:00 di oggi 4 ottobre...
Ottobre 4, 2022
-
Valerio La Torre
ATLETICA LEGGERA Trofeo Sant’Ippolito di Fiumicino Uomini: 1° Matteo Cuozzo 32’21”Donne: 1° Ayse Burcin...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA