Due rigori di Bonucci espugnano l’Olimpico: Lazio spuntata, il mercato chiama

Un rigore per tempo, ciascuno trasformato da Bonucci, consente ad una Juventus solida di espugnare l’Olimpico biancoceleste e agganciare la Lazio in classifica a quota 21. Vittoria meritata seppur maturata in modo particolare. La gara la inizia meglio la Lazio, ma una scivolata in area di Cataldi prende i piedi di Morata che dopo visione al Var induce Di Bello a fischiare il rigore (giusto, il laziale non tocca la palla e colpisce la punta spagnola, pur in modo involontario ma questo non conta ai fini dell’assegnazione, ndr) poi trasformato da Bonucci, determina l’1-0. Lo snodo ad agio bianconero all’11’ quando un contrasto Hysaj-Danilo costringe il brasiliano ad uscire, al suo posto Kukusevski. Gli ospiti si mettono col 4-3-3, Cuadrado slitta terzino destro, Locatelli è il regista con McKennie e Rabiot interni. La squadra di Allegri prende sicurezza, gioca la partita preferita e in due occasioni, al 41′ con Morata che spara alto e al 44′ con un tiro di Kulusevski respinto da Ramos, va vicino al 2-0. Nella ripresa bianconeri bravi a gestire, Sarri sposta Anderson finto centravanti ma già al 49′ Bonucci potrebbe raddoppiare ma cicca a due metri da Reina. La diga di Allegri tiene molto bene, complice una Lazio poco brillante sulle fasce, anche perché gli ospiti restano bassi e non lasciano spazio agli avanti capitolini. Va più vicina la Juventus al raddoppio che la Lazio al pareggio, per gli uomini di Sarri nessun tiro nello specchio, solo al 62′ bravo De Ligt ad anticipare di testa Milinkovic in area. Il sigillo lo mette il centrale viterbese, stavolta il fallo di Reina è talmente solare che anche l’insufficiente Di Bello all’83’ fischia la massima punizione, eseguita magistralmente come la prima. La differenza oggi l’hanno fatto in primis l’episodio che ha sbloccato il match, quindi la poca abilità della Lazio di creare superiorità nella trequarti ospite, l’assenza di Immobile ha palesato la carenza di altre vere punte nella rosa biancoceleste, l’ingresso di Muriqi per Zaccagni al 65′ ha spostato zero la pericolosità dei padroni di casa. Come detto, le due contendenti appaiate a quota 21, l’Atalanta quarta scappa a 25 con la Roma, impegnata domani nel Marassi rossoblù, in grado di arrivare a 22 vincendo. Prossimo turno Juventus-Atalanta, Napoli-Lazio e Roma-Torino, la corsa Champions resta apertissima ma se la Lazio vuole esserci fino al termine servirà intervenire pesantemente sul mercato con due, tre innesti, una vera punta la prima priorità.

LAZIO-JUVENTUS 0-2

Marcatore: 24′ rig., 83′ rig. Bonucci (J)

LAZIO (4-3-3): Reina; Lazzari, Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj; Milinkovic, Cataldi (84′ Basic), Luis Alberto; Felipe Anderson (75′ Moro), Pedro, Zaccagni (65′ Muriqi).  

A disp.: Strakosha, Adamonis, Patric, Radu, Vavro, Leiva, Escalante, Akpa Akpro, Romero.

All.: Maurizio Sarri

JUVENTUS (4-4-2): SzczesnyDanilo (15′ Kulusevski), Bonucci, De Ligt, Pellegrini; Cuadrado, McKennie, Locatelli (44′ Bentancur), Rabiot; Chiesa, Morata (74′ Kean).

A disp.: Perin, Pinsoglio, Rugani,  Alex Sandro, Arthur, Kaio Jorge.

All.: Massimiliano Allegri

Arbitro: Marco Di Bello (sez. Brindisi)

Assistenti: Filippo Bercigli- Alessio Berti

IV ufficiale: Daniele Paterna

V.A.R.: Luca Banti

A.V.A.R.: Daniele Bindoni

NOTE: Ammoniti: 28′ Cuadrado (J), 43′ Hysaj (L), 81′ Reina (L), 82′ L. Alberto (L), 90’+1′ Sarri (L), 90’+1′ Allegri (J)

Recupero: 4′ pt, 4′ st

Serie A TIM | 13ª giornata

Sabato 20 novembre 2021, ore 18:00

Stadio Olimpico, Roma

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp

Leggi anche

Dicembre 2, 2021
-
Gianluca La Penna
Primo tempo da incubo per la Lazio con l’Udinese. All’Olimpico il mattatore...
Dicembre 2, 2021
-
Gianluca La Penna
LAZIO (4-3-3): Reina; Lazzari, Patric, Acerbi, Hysaj; Milinkovic, Cataldi, Luis Alberto; Felipe Anderson, Immobile,...
Lazio Live

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA