Lazio-Sassuolo 1-1: un punto che vale l’Europa League ma non salva l’onore

Il campionato della Lazio si chiude con un pareggio. All’Olimpico nella serata di addio di Felipe Anderson e del ritorno di Eriksson, vince la noia con la squadra di Tudor che fa poco per strappare i tre punti. Con questo risultato la Lazio centra matematicamente la qualificazione alla prossima Europa League ma i fischi a fine partita fanno capire che ai tifosi non è andata giù la prestazione dei biancocelesti.

CRONACA

Dopo pochi minuti è subito la Lazio a rendersi pericolosa: Gila serve centralmente Hysaj, che a tu per tu con Cragno tira addosso al portiere neroverde. La risposta del Sassuolo è immediata, con Missori che dalla destra si inserisce su cross di Doig, ma il tiro è sbilenco. Il ritmo è alto, con cambi di fronte da una parte e dall’altra, anche se entrambe le squadre difettano nell’ultimo passaggio. La Lazio ci prova di più, ma il muro difensivo del Sassuolo regge, con la squadra di Ballardini che cerca di sfruttare le corsie esterne per le ripartenze veloci, che però non arrivano. Lo squillo della Lazio arriva al 30′: Pellegrini sgasa sulla sinistra, servendo in mezzo l’accorrente Kamada che conclude di prima da dentro l’area del Sassuolo, ma Cragno si supera mettendo in angolo. Non succede più nulla in questo primo tempo che non piace ai tifosi laziali. All’Olimpico sono fischi.

La ripresa parte sulls falsa riga della prima frazione di gioco, al 53′ entra in campo di Felipe Anderson (ultima in biancoceleste per il brasiliano) al posto di Vecino. Al 60′ arriva il tanto atteso gol della Lazio con il solito Zaccagni: stoccata su punizione, con Cragno che non legge bene la traiettoria, esplode l’Olimpico, esulta anche Sven-Goran Eriksson in tribuna per il vantaggio della Lazio. Poco dopo al 66′ è Viti a riportare il risultato in parità; il giocatore del Sassuolo sfrutta una spizzata sfortunata di Romagnoli che permette al centrale del Sassuolo di trovare il gol dell’1-1. Ci prova allora Immobile all’84 con un taglio dei suoi in profondità, ma il suo sinistro è debole, con Cragno a fare belle figura. Non succede più nulla all’Olimpico, i biancocelesti devono accontentarsi solamente di un punto. Risultato che non piace ai tifosi, che al termine del match, subissano di fischi la squadra per l’ultima partita in casa. Tramutati in applausi solo per l’ultimo saluto a Felipe Anderson. Per un amore mai domo.

TABELLINO

LAZIO-SASSUOLO 1-1

Marcatori: 60` Zaccagni (L), 66` Viti (S)

LAZIO (3-4-2-1): Provedel; Marusic, Romagnoli, Gila; Hysaj, Vecino (53` Felipe Anderson), Rovella (53` Guendouzi), Pellegrini (76` Lazzari); Kamada, Zaccagni (90` Pedro); Castellanos (76` Immobile).  A disp.: Mandas, Renzetti, Luis Alberto, Isaksen, Gonzalez, Cataldi. All.: Igor Tudor

SASSUOLO (3-5-1-1): Cragno; Erlic, Viti, Ferrari; Missori (87` Pedersen), Lipani (82` Racic), Obiang, Thor, Doig (75` Toljan); Volpato (75` Laurientè); Mulattieri (82` Pinamonti). A disp.: Scacchetti, Bajrami, Ceide, Kumbulla, Boloca, Abubakar, Tressoldi, Defrel. All.: Davide Ballardini

Arbitro: Paride Tremolada (sez. Monza)

Foto: sslazio.it

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Giugno 25, 2024
-
Daniele Valeri
La stagione della Lazio è pronta a ricominciare, poco più di due...
Giugno 25, 2024
-
Daniele Valeri
Marco Baroni dopo i continui colloqui avuti con la società sul mercato,...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA