Lazio: poker alla Salernitana sperando che non sia tardi

La Lazio di Igor Tudor centra la seconda vittoria consecutiva all’Olimpico, tre punti che certo non danno certezze ma che danno respiro ai biancocelesti nella corsa all’Europa League. La contesa dopo 35′ è già sul 3-1 grazie alle doppiette di Felipe Anderson (7′ e 35′), il 2-0 siglato da Vecino al 14′ a cui ha replicato Tchaouna al 16′.

I campani, di fatto retrocessi da settimane, non rappresentano un banco di prova credibile, soprattutto nei primi 20 minuti appaiono in vacanza, concedendo alla Lazio campo, geometrie e palleggio. Il meglio i ragazzi di Colantuono lo danno nella parte centrale della prima frazione, per il resto tanta fatica e un futuro da scrivere ce ripartirà dalla serie cadetta.

Tudor opta per la quarta formazione diversa in altrettanti match. Kamada e Vecino sono i due centrali, Cataldi dopo l’ottima gara in campionato con al Juve vede ancora la panchina, terza di seguito, entrando solo all’80’ a cose fatte. Davanti Castellanos non si tira mai indietro, purtroppo per lui anche se indovina sempre i movimenti, spesso perde l’impatto decisivo nella conclusione per pochi centimetri.

Per il resto, Rovella entra all’80’ con tanta voglia mentre Kamada non riesca ancora a lasciare il segno. Tudor – ricordiamolo privo di Provedel, Romagnoli, Zaccagni, Guendouzi e Immobile – può essere parzialmente soddisfatto, anche se l’addio annunciato da Luis Alberto a fine gara certo non contribuirà a tranquillizzare un ambiente già avvelenato, come mostrano i cori e i fischi contro giocatori e proprietà.

La Lazio sale a quota 49 punti, settima in classifica a -1 dall’Atalanta che ha due gare in meno, -6 dalla Roma che deve ancora giocare. Il Napoli è ottavo a -1 da Immobile&Co ma domenica alle 12.30 affronta in casa il Frosinone.

LAZIO-SALERNITANA 4-1

Marcatori: 7`, 35` Felipe Anderson (L), 14` Vecino (L), 16` Tchaouna (S), 86` Isaksen (L)

LAZIO: Mandas, Patric, Vecino (80` Rovella), Kamada, Felipe Anderson, Luis Alberto (80` Cataldi), Casale, Castellanos (80` Pedro), Lazzari, Gila (84` Isaksen), Marusic (53` Hysaj).

A disp.: Sepe, Renzetti, Andrè Anderson.

All.: Igor Tudor

SALERNITANA: Costil; Bradaric, Boateng (46` Sambia), Coulibaly, Ikwuemesi (75` Weissman), Gyomber, Maggiore (46` Manolas), Tchaouna, Zanoli (46` Legowski) , Candreva (85` Martegani), Pirola.

A disp.: Ochoa, Allocca, Pasalidis, Simy, Gomis, Fazio, Pellegrino, Pierozzi, Vignato.

All.: Stefano Colantuono

Arbitro: Luca Zufferli (sez. Udine)

Assistenti: Berti – Del Giovane 

IV ufficiale: Doveri

V.A.R.: Paterna – A.V.A.R.: Aureliano

NOTE. Ammoniti: 36` Coulibaly (S)

Recupero: 3` pt, 5` st.

Serie A TIM | 32ª giornata

Venerdì 12 aprile 2024, ore 20:45

Stadio Olimpico, Roma

Foto: sslazio.it

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Maggio 18, 2024
-
Daniele Valeri
Una Lazio perfetta è quella che Igor Tudor vuole vedere in campo domani...
Maggio 18, 2024
-
Daniele Valeri
Partita equilibrata tra Lazio e Empoli, nell’ultima gara della regular season di...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA