Focus Calciomercato: Lotito prenda Provedel. Senza un vero numero 1 sarebbe una campagna acquisti importante ma con il buco

Maurizio Sarri aspetta ancora quello che a sensazione sarebbe l’erede designato di Thomas Strakosha. Claudio Lotito e Gianni Rava, agente di Ivan Provedel, ieri avrebbero avuto un nuovo contatto dopo giorni di silenzio, motivo dello stallo la commissione da pagare al procuratore dell’estremo difensore dello Spezia, balzello dovuto anche alla rinuncia di un ulteriore prolungamento, oltre il 2023, del suo assistito col club ligure. Oggi previsto un nuovo e si spera ultimo colloquio per arrivare alla quadra che consentirebbe all’atleta di Pordenone di raggiungere la Lazio a Formello. Ventotto anni compiuti a marzo, Provedel ha mostrato progressi importanti negli ultimi due anni, ha un’età per difendere ancora a lungo i pali biancocelesti, soprattutto una carriera senza infortuni né colpi di testa fuori dal campo, insomma un numero 1 affidabile che certo non farebbe rimpiangere Strakosha, soprattutto a costi abbordabili visto che dovrebbe firmare per cinque anni a 1,2 milioni netti, non certo un’esagerazione visto i compensi di colleghi ben più scarsi. Perdere Provedel per 300.000 euro sarebbe un grave errore, Lotito lo sa e speriamo che il buon senso sostenga sia lui sia Rava per arrivare all’agognato sì. Diversamente, se Provedel saltasse, le alternative al momento sarebbero due: Pietro Terracciano e Marco Sportiello, con la difficoltà di convincere i due club di appartenenza per la scadenza del contratto al 2023. Partiamo dal primo. Trentadue anni compiuti l’8 marzo (quattro più di Provedel, ndr), reduce da una buona stagione alla Fiorentina dove in corso d’annata è diventato il titolare al posto di Dragowski disputando 32 gare in serie A e 4 in Coppa Italia., Terracciano è un volto noto a Formello, avendo disputato dal 2015 al 2017 due stagioni con la Salernitana di Claudio Lotito, per un totale di 57 partite. La Fiorentina però non cederà a cuor leggero il vice di Gollini, avendo di fatto già rinunciato a Dragowski. Lo stesso dicasi per l’Atalanta con Sportiello. Trenta anni compiuti il 10 maggio, l’estremo difensore di Desio nell’ultimo anno ha giocato cinque gare in A, 15 quelle nel 2020-2021. Sportiello era un portiere molto promettente ma di fatto ha mancato il salto di qualità definitivo. L’ultima annata da titolare in A nel 2018-2019 nel Frosinone con 35 presenze. Percassi al momento non ha un secondo, Carnesecchi è fermo dopo l’operazione alla spalla e comunque a gennaio andrà in prestito a giocare, certo non vorrà fare il secondo. In sostanza, siamo certi che Sportiello e Terracciano alla fine costerebbero meno di Provedel, pur essendo più maturi? Lotito alzi l’asticella e consegni a Sarri Ivan Provedel, poi sarà il campo l’unico giudice.

Foto: sslazio.it

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Settembre 28, 2022
-
Gianluca La Penna
L’8ª giornata di Serie A TIM Lazio-Spezia, in programma domenica 2 ottobre...
Settembre 27, 2022
-
Valerio La Torre
ATLETICA LEGGERA Maratona di Berlino: Daniele Ferrante 2h51’48” Maria Grazzia Bianchi 2h54’54” Emanuele...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA