Calciomercato Lazio: per arrivare a Romagnoli serve un altro sforzo. La Nazionale uno stimolo per raggiungere Formello

Maurizio Sarri dopo il mercato decisamente monco di gennaio 2022 attende segnali concreti da parte della società per sostenerlo nel cammino di crescita. Il nome che da tempo solletica l’interesse di Claudio Lotito resta quello di Alessio Romagnoli, 27 anni lo scorso 12 gennaio, in scadenza di contratto col Milan che nel 2015 lo acquistò dalla Roma per 25 milioni. Difensore centrale che ha iniziato però muovendosi da terzino sinistro nella linea a quattro, il mancino di Anzio non ha mai nascosto il suo tifo per la Lazio, diventato esplicito dopo il suo approdo in rossonero. Nonostante abbia vestito tutte le maglie delle selezioni nazionali, 12 i gettoni con la maggiore, ultimo dei quali il 18 novembre 2019 nel 9-1 all’Armenia, l’ultima chiamata in panchina risale al 18 novembre 2020 con la Bosnia in un match di Nations League. La crescita di Romagnoli sembra essersi interrotta dopo l’arrivo a Milano, un po’ forse la pancia piena, un po’ l’andamento tecnico altalenante dei rossoneri che solo nelle ultime due stagioni hanno trovato continuità. Raiola, che gestisce il calciatore, la scorsa settimana ha incontrato Lotito, le parti si cercano ma per ottenere il sì del centrale – che alla Lazio sarebbe titolare indiscusso ereditando la maglia di Acerbi – manca ancora l’offerta giusta. Con una cifra di circa tre milioni netti più bonus non troppo complicati si potrebbe raggiungere l’intesa, ovvio che Romagnoli, a soli 27 anni, resta un ghiottone appetibile e la sua voglia di Lazio non è sufficiente per trovare la quadra. Lotito quindi deve sbrigarsi, alzando l’ultima offerta di circa 2,5 milioni di fisso. Romagnoli in serie A ha disputato 18 gare per 1398′ totali, 77,66′ di media; 5 gettoni in Champions per 391′ e 2 in Coppa Italia per 116′. L’ex Roma ha pagato la presenza di una colonna come Kjaer, poi infortunatosi a inizio stagione, l’arrivo del totem Tomori nonché la scelta di Pioli di affidarsi spesso all’ottimo Kalulu. Giocatore affidabile e di ottimo tecnica, non spicca per velocità ma resta un limite colmabile con buone letture che il marcatore in passato ha dimostrato di avere. Con Sarri giocherebbe sempre e anche in chiave nazionale potrebbe rilanciarsi. Serve l’ultimo rilancio di Lotito, il tempo scorre.

Foto: acmilan.com

Condividi

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi anche

Agosto 18, 2022
-
Valerio La Torre
Lo Stadio Flaminio non è più un sogno per la Lazio. Arrivano importanti novità sotto...
Agosto 18, 2022
-
Valerio La Torre
Raul Moro nonostante i dubbi nello scendere di categoria, pensa al rilancio. In...

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

Lazio Live
La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA