Dominio Milan a San Siro: Leao e Ibra stendono una Lazio dalle stelle offuscate

A San Siro il Milan domina la Lazio dall’inizio alla fine e con un gol per tempo incassa tre punti, giustificando il ruolo da papabile per lo scudetto assegnatole a inizio stagione. I biancocelesti di fatto nell’intero match non preoccupano mai Maignan, l’azione più pericolosa al 35′ quando Romagnoli anticipa Immobile su assist di Anderson. Soprattutto nel primo tempo superiorità assoluta rossonera, a centrocampo Kessie e Tonali a uomo su Milinkovic e Luis Alberto, mentre sulle fasce, soprattutto su quella mancina con Hernadez e Leao, non c’è mai partita. Vantaggio di Leao al 45′ su assist di Rebic. Al 48′, dopo il richiamo del VAR Mazzoleni, Chiffi assegna la massima punizione per fallo di Immobile su Kessie. Quest’ultima calcia centrale, spiazza Reina ma il suo tiro termina sulla traversa. Nella ripresa la musica cambia poco, ritmi più bassi ma soprattutto i due interni di Sarri continuano ad offrire una prestazione sottotono, poco propensi a coprire, Milinkovic e Luis Alberto sbagliano anche tanti appoggi. Al 60′ Pioli inserisce Ibra, Bakayoko e Saelemaekers per Florenzi, Leao e Kessie, cambi che saranno decisivi con una postilla arbitrale. Al 63′ Bakayoko prende il giallo per un’entrataccia su Acerbi, in realtà il fallo è al limite del rosso ma Mazzoleni decide di non richiamare Chiffi al Var. Ibra sarà invece determinante quattro minuti dopo: ripartenza sulla sinistra, Rebic serve al bacio Ibra che di piatto infila a porta vuota il 2-0 che chiude la contesa. Il resto è solo accademia e tentativi improduttivi, va più vicino il Milan al 3-0 che la Lazio ad accorciare le distanze. Il Milan, per la seconda volta nella sua storia vince le prime tre gare in campionato, la Lazio conferma la pessima tradizione nel Meazza rossonero. La differenza vista in campo oggi è superiore all’eventuale gap presenta tra le due compagini, ciò che appare certo è sia che la rosa di Pioli sia superiore per qualità e quantità, soprattutto in panchina; Sarri è all’inizio del suo percorso, il tecnico toscano mostra insofferenza tanto da essere espulso da Chiffi dopo il fischio conclusivo.

MILAN-LAZIO 2-0

Marcatori: 45′ Leao (M), 67′ Ibrahimovic (M)

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Tomori, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessié (60′ Bakayoko, 74′ Bennacer), Tonali; Florenzi (60′ Saelemaekers), Diaz (80′ Ballo-Touré), Leao (60′ Ibrahimovic); Rebic.

A disp.: Jungdal, Tatarusanu, Gabbia, Kalulu, Kjaer, Castillejo, Maldini, Pellegri.

All.: Stefano PioliLAZIO (4-3-3): Reina; Marusic (64′ Lazzari), Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj; Milinkovic (74′ Basic), Leiva, Luis Alberto; Pedro (84′ Moro), Immobile (84′ Muriqi), F. Anderson (64′ Zaccagni).

A disp.: Strakosha, Adamonis, Patric, Radu, Cataldi, Escalante, Akpa Akpro.

All.: Maurizio Sarri

Arbitro: Daniele Chiffi (sez. di Padova)

Assistenti: Liberti, Galetti

IV uomo: Zufferli

V.A.R.: Mazzoleni

A.V.A.R.: Alassio

NOTE – Ammoniti: 18′ Marusic (L), 45’+4′ Reina (L), 45’+6′ Luis Alberto (L), 57′ Hysaj (L), 63′ Bakayoko (M). Espulso: Sarri dopo il fischio finale.

Recupero: 3′ pt, 4′ st

Serie A TIM 2021-2022 | 3ª giornata

Domenica 12 settembre 2021, ore 18:00

Giuseppe Meazza, Milano

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp

Leggi anche

Settembre 22, 2021
-
Gianluca La Penna
Un altro club della massima serie italiana cambia di mano. Come riporta...
Settembre 22, 2021
-
Gianluca La Penna
C’è una sorpresa, o almeno così sembrerebbe, nel progetto di Bilancio Separato...
Lazio Live

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA