Sarri: “Senza giocare lunedì Europa League impossibile. Ko in trasferta? Inspiegabili”

Maurizio Sarri è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia di Lokomotiv Mosca-Lazio. “Ho rivisto la Lokomotiv dopo il cambio allenatore, sono una squadra diversa e fanno prestazioni superiori. Mi aspetto una gara difficile e lo dicono le premesse. Noi abbiamo bisogno di questa partita per andare avanti in Europa, e loro per avere la speranza di restare aggrappati ai play-off. Entrambe le squadra hanno bisogno di punti. Noi dobbiamo dimenticarci di tutto il resto, non serve pensare al Napoli. Non facciamo troppi calcoli perché altrimenti tutto si ingarbuglia e diventa difficile. Pensiamo partita per partita, vediamo domani come usciamo e poi pensiamo al Napoli. Non mi piace essere troppo condizionato perché poi condizioni entrambe le gare. I nostri giocatori stanno reagendo bene ai minuti che giocano. Uno fra tutti è Acerbi, fino a che non danno segnali di cedimento va bene così. Immobile sta bene, ha fatto il primo e il secondo allenamento che non aveva dolore e sta recuperando. Zaccagni ad oggi è meno in condizione fisica rispetto agli altri, lo si potrà valutare quando sarà al pari degli altri”, afferma l’allenatore biancoceleste, che torna ancora sulle difficoltà di calendario.  “Io dopo la Juve ho detto che per noi è una problematica non da niente, andare in giro per l’Europa e giocare dopo 66 ore è decisamente complicato, non solo per noi. Ma ho detto anche che andremo lì e ce la giocheremo, come è giusto che sia. Non possiamo pensare di andare in giro per l’Europa e non provare ad arrivare alla qualificazione. Se mi chiedete poi se l’Europa fatta così è un problema, allora dico sì. Prima si poteva giocare il lunedì in campionato, ora quasi mai, il calendario così è difficile e per me porta a un deterioramento della qualità delle partite. Tante squadre sono senza 4 giocatori, mi meraviglio che la loro associazione (dei calciatori, ndr) stia zitta, si protesta per una settimana in più di vacanze a Natale, poi non dice nulla per tutte queste partite…”. Il Napoli potrà riposare un giorno in più, avendo giocato oggi (ko 2-1 con lo Spartak Mosca, ndr). “Un giorno di differenza su 3 è il 33%, è tanta roba. Il calendario è questo, il regolamento dice che rimane al giovedì la squadra con il ranking più alto ed è la Lokomotiv rispetto allo Spartak. Uno dei motivi che prima mi hanno fatto dire che sia difficile domani”. I tanti ko in trasferta. “Questa squadra poi ha un rendimento diverso anche in campionato tra casa e trasferta. A me non è mai successo, faccio difficoltà a spiegarlo. Le porte sono uguali ovunque e anche i terreni sono gli stessi, non mi spiego questo diverso andamento. Leiva sta meglio, ha avuto un piccolo scadimento di forma ma è normale. Chi gioca domani lo devo dire io ai giocatori non devono leggerlo dai giornali”. 

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp

Leggi anche

Dicembre 2, 2021
-
Gianluca La Penna
Primo tempo da incubo per la Lazio con l’Udinese. All’Olimpico il mattatore...
Dicembre 2, 2021
-
Gianluca La Penna
LAZIO (4-3-3): Reina; Lazzari, Patric, Acerbi, Hysaj; Milinkovic, Cataldi, Luis Alberto; Felipe Anderson, Immobile,...
Lazio Live

Iscriviti alla newsletter e rimani aggiornato sulle ultime news

La storia siamo noi
L’Almanacco
Lazio Wiki
Richiedi la tua
tessera GRATUITA