Sport e news dal Mondo

CoVid19: 1501 nuovi casi. Sei decessi

CoVid19: 1501 nuovi casi. Sei decessi

L’incremento nazionale dei casi in data 12 settembre è +0,52% (ieri +0,57%) con 286.297 contagiati totali, 213.191 dimissioni/guarigioni (+759) e 35.603 deceduti (+6); 37.503 infezioni in corso (+736). Elaborati 92.706 tamponi (ieri 98.880) con 1.501 positivi; rapporto positivi/tamponi 1,61% (ieri 1,63%). Attualmente ricoverati con sintomi 1.951 (+102); terapie intensive +7 (182). Nuovi casi soprattutto in: Lombardia 269; Lazio 155; Veneto 138; Emilia Romagna 138; Toscana 138; Liguria 112; Campania 103; Piemonte 93; Puglia 76; Sardegna 51; Sicilia 44; Friuli 39; Umbria 33; Provincia autonoma di Bolzano 25. In Lombardia curva +0,26% (ieri +0,25%) con 16.493 tamponi (ieri 17.986) e 269 positivi; rapporto positivi/tamponi 1,63% (ieri 1,42%); 103.074 contagiati totali; ricoverati +5 (251); terapie intensive stabili (27); 0 decessi (16.896). Prosegue purtroppo il forte sbilanciamento tra Regioni nell’effettuazione dei test: anche oggi oltre il 50% dei tamponi è concentrato in Lombardia (16.493), Veneto (14.390), Lazio (10.339) ed Emilia Romagna (9.911) che da sole sommano 51.133 tamponi su 92.706 (il 55,1% del totale). Rintracciare e isolare il maggior numero possibile di positivi è un’operazione fondamentale perché limita la diffusione del contagio a breve e lungo termine. Che in molte Regioni il numero dei test eseguiti non sia ancora ottimale si nota dai dati 1-9 settembre: il rapporto positivi/tamponi totali (prima diagnosi più tamponi di conferma) a livello nazionale è 1,53%, e le quattro Regioni che eseguono più test sono tutte al di sotto di questa soglia. Anche considerando il rapporto tra positivi e i soli tamponi diagnostici delle quattro solo il Veneto (2,92%) supera nello stesso periodo la media nazionale (2,29%). In pratica le Regioni sopra citate stanno per ora scandagliando in modo efficace il bacino dei contagiati. Qualche brevissimo cenno alla situazione clinica: negli ultimi 30 giorni (base dati del 13 agosto e variazioni fino al 12 settembre) i ricoverati con sintomi sono passati da 786 a 1.951; le terapie intensive da 55 a 182. Ricordiamo che entrambi i valori non devono essere confrontati con il dato dei positivi del singolo giorno: perché tenendo conto dei tempi intercorsi tra contagio, riscontro della positività, ricovero e degenza si devono invece rapportare al cumulato dei positivi rilevati nel mese precedente. Ricoverati e terapie intensive di oggi rispecchiamo quindi la ripresa del contagio che si è avuta proprio a partire da metà agosto. I numeri attuali, pur in crescita, restano gestibili senza affanno da parte del sistema sanitario. 

lab24.ilsole24ore.com



Torna all'elenco
Titolo Lazio in Borsa
Almanacco Lazio Wiki
Cronache Tabellini Prossima Gara