Sport e news dal Mondo

OMICIDIO PISCITELLI – Una foto inquadra il killer scappare in moto con un complice

OMICIDIO PISCITELLI – Una foto inquadra il killer scappare in moto con un complice

Proseguono a ritmo intenso le indagini per individuare sia chi mercoledì scorso nel parco degli Acquedotti ha ucciso Fabrizio Piscitelli e sia chi, probabilmente, con un inganno, l’avrebbe attratto in una trappola sul luogo del delitto. Come ri-portato anche  da la Repubblica, una telecamera avrebbe inquadrato il killer di Diabolik: nel video, l’assassino scappa su una moto guidata da un complice. L’esame autoptico effettuato ieri ha confermato che si è trattato di un’esecuzione sommaria: Piscitelli è spirato sul colpo, attinto da un’unica pallottola sopra l’orecchio sinistro, un colpo sparato dall’alto verso il basso. L’esito dell’autopsia sarà consegnato alle magistrate della Direzione distrettuale antimafia, Nadia Pla-stina e Rita Ceraso (che era di turno la sera dell’omicidio), coordinate dal procu-ratore facente funzioni Michele Prestipino; l’accusa  contestata è “omicidio volon-tario aggravato dal metodo mafioso”; a condurre le indagini è la Squadra Mobile diretta da Luigi Silipo. Gli inquirenti al momento stanno studiando i tre cellulari in dotazione alla vittima, in primis bisogna capire da chi è come era stato orga-nizzato l’incontro nel Parco degli Acquedotti. Le analisi si intrecciano anche alle intercettazioni che riguarderebbero Piscitelli  per un fascicolo della Dda aperto su un traffico di droga: il capo della Curva Nord avrebbe avuto stretti legami con la famiglia Nicoletti, per questo sarebbe stato temuto, a prescindere dalla sua even-tuale reale forza criminale. Intanto sono stati già sentiti i testimoni – tra cui l’autista cubano che da una settimana provvisoriamente sostituiva il fidato Gian-ni - gli amici, la moglie e la sorella: all’appello mancherebbe la figlia Giorgia, sposatasi il 27 luglio e quindi in viaggio di nozze al momento del fatto. Nessuno ha riferito di eventuali minacce, soprattutto nell’ultimo periodo Piscitelli non avrebbe preso precauzioni particolari: come noto il giorno dell’omicidio era anda-to prima dal tatuatore, quindi al ristorante, dal barbiere per passare nella sede degli Irriducibili in via Amulio, sempre in zona Tuscolana. 
 



Torna all'elenco
Titolo Lazio in Borsa
Almanacco Lazio Wiki
Cronache Tabellini Prossima Gara