Sport e news dal Mondo

CARTE IN MANO - MiIan e Inter presentano studio fattibilità per il nuovo stadio

CARTE IN MANO - MiIan e Inter presentano studio fattibilità per il nuovo stadio

Inter e Milan hanno messo in campo il loro progetto per regalarsi una nuova Scala del Calcio. Il nuovo stadio dei due club milanesi di fatto dovrebbe nascere a pochi metri dallo Stadio Meazza, questo almeno nelle intenzioni. Come racconta La Gazzetta dello Sport,   i due sodalizi hanno depositato ieri a Palazzo Marino le oltre 750 pagine del progetto di fattibilità dello stadio. «Abbiamo lavorato e lavoreremo per creare lo stadio più bello del mondo», afferma il presidente del Milan Paolo Scaroni, della comitiva fanno parte anche Alessandro Antonello, a.d. corporate dell’Inter, e Ivan Gazidis, a.d. Milanista. Le carte illustrano un impianto da 60-65mila posti che sarà costruito nella zona occupata oggi dai parcheggi del Meazza, spazio sul quale Inter e Milan avranno un diritto di superficie per 90 anni; ci sarà un'area intrattenimento, il tutto per un'occupazione potenziale di 3500 persone. L'investimento ammonterebbe a circa di 1,2 miliardi, nel quale rientrano anche i costi per la demolizione del Meazza. L'arena meneghina dovrebbe vedere la luce entro la fine del 2023, giocare la prima partita nel 2024 e ospitare la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Milano-Cortina 2026. Lo studio di fattibilità depositato ieri è prodromico alla la dichiarazione di pubblico interesse da parte dell'amministrazione, necessaria per avviare l'iter agevolato dalla Legge Stadi del 2014. Ora il  Comune di Milano entro 90 giorni dovrà esprimersi con un voto dell'assemblea comunale. Se arriverà il sì, si passerà all’elaborazione del progetto vero e proprio che coinvolgerà i più importanti studi di architettura internazionali specializzati in arene sportive. Il no non viene nemmeno preso in considerazione dai club, anche hanno almeno altre tre zone dove potersi trasferire, con Sesto San Giovanni in pole. «La nostra è una grande sfida - spiega Gazidis -, vogliamo fare qualcosa di ambizioso, è necessario per far crescere il calcio italiano». Nelle carte arrivate ieri sarebbe previsto un indice volumetrico dello 0,70%, il doppio di quello consentito dalle norme vigenti e dalle quali si dovrebbe derogare con un accordo di programma.  



Torna all'elenco
Titolo Lazio in Borsa
Almanacco Lazio Wiki
Cronache Tabellini Prossima Gara