Sport e news dal Mondo

Cose brutte - Pallotta straparla delle radio e sullo stadio attacca il Campidoglio

Cose brutte - Pallotta straparla delle radio e sullo stadio attacca il Campidoglio

Il sito calciomercato.com riporta le ultime, gravi affermazioni del presidente della Roma, James Pallotta, frasi rilasciate dal palco dello "Sports Decision Makers Summit", tenutosi a Miami negli scorsi giorni. Il numero uno del club giallorosso ha parlato così dell'apparato digital della società: "Produciamo sette ore di contenuti video originali. Abbiamo anche un nostro canale TV che ha 6 milioni di abbonati, quindi la TV è stata fantastica. Abbiamo anche acquistato una licenza radio terrestre perché ci sono nove stazioni radio a Roma che parlano solo di calcio e sparerebbero merda tutto il giorno. Per questo mi sono stancato, ho comprato una stazione radio e ora tre di queste nove sono in bancarotta, ne rimangono 6". L'imprenditore americano ha espresso un pensiero ai tifosi: "Se vai su molti siti web di squadre, la prima cosa che vedi è il 50% di sconto sulla merce. Cose del genere indeboliscono il tuo marchio, per questo non lo facciamo. Prendiamo molte cose dai tifosi più talentuosi che realizzano cose come mandare i propri disegni per loghi o prodotti. Presto - ha continuato - abbiamo in programma di curare quei progetti e chiedere se i tifosi vorranno comprare una felpa o una maglietta con il design realizzato da loro". Pallotta infine dal suo profilo twitter ha parlato anche del progetto Tor di Valle. “Ho inviato da Boston importanti membri di SDR sperando in un progresso, ma al Comune erano troppo occupati per incontrarli. Forse un grande investimento e tanti nuovi posti di lavoro non sono così importanti – ha rivelato - Se i tifosi vogliono lo stadio, devono sollecitare un intervento”.



Torna all'elenco
Titolo Lazio in Borsa
Almanacco Lazio Wiki
Cronache Tabellini Prossima Gara