Sport e news dal Mondo

Tor di Valle - Grancio legge stralci parere Avvocatura 2017 secretato da Raggi. I futuri step

Tor di Valle - Grancio legge stralci parere Avvocatura 2017 secretato da Raggi. I futuri step

Tra un parere dell'Avvocatura Capitolina e una proposta di annullamento delle delibere di pubblico interesse su Tor di Valle, l'iter del progetto dello  stadio promosso da James Pallotta e Luca Parnasi procede non certo spedito. Come noto, ieri la Commissione Sport capitolina ha scelto di non pronunciarsi sulla proposta di delibera Grancio/Fassina per l'annullamento in autotutela della delibera Raggi 2017 sul pubblico interesse, quella che di fatto disse sì allo stadio giallorosso dopo aver profondamente modificato il progetto originario che pure aveva avuto l'assenso dell'assemblea capitolina a guida Ignazio Marino. Come riportato dal Tempo, nella seduta presieduta da Angelo Diario, constatata l'assenza dei pareri delle Commissioni mobilità e lavori pubblici - erano arrivati solo quelli del Dipartimento Urbanistica, Patrimonio e della Ragioneria generale – si è deciso di non pronunciarsi. Nello specifico il Dipartimento Urbanistica ha bocciato la delibera perché ritenuta sbagliata, Il Patrimonio ha dato parere favorevole mentre la Ragioneria ha riferito della mancanza di un rilievo contabile nel merito. Oltre a Piazza Colonna, il quotidiano la Repubblica dà ampio spazio alla vicenda del parere dell'Avvocatura Capitolina sulla possibilità di annullare la delibera Marino-Caudo sul pubblico interesse data a Tor di Valle, pronunciamento secretato da Raggi e quindi mai reso pubblico. Mentre il pd Marco Palumbo parla quasi di« terzo segreto di Fatima », ieri proprio  la consigliera Cristina Grancio, la ribelle che per la vicenda stadio dopo esserne stata espulsa ha lasciato i 5S aderendo al movimento di Luigi De Magistris, ne ha letto alcuni stralci. Questi i passaggi del documento a firma del legale Andrea Magnanelli resi noti ieri: « La scelta di realizzare un impianto del tutto nuovo in un’area non edificata richiede un’adeguata motivazione. In caso di mancata motivazione l’intero precedimento si porrà a rischio annullamento nelle competenti sedi giuridiche. Nella deliberazione in esame e nello studio di fattibilità, la questione non viene minimamente trattata con evidenti violazioni degli obblighi di motivazione se non anche con violazione di legge». Frasi del febbraio 2017, lette così avrebbero dato ampio spazio all'annullamento della delibera Marino-Caudo apparentemente senza rischio alcuno di risarcimenti per l'amministrazione, giunta Raggi che scelse la strada di un nuovo progetto e quindi di una nuova delibera per il pubblico interesse, tutto questo smentendo quanto fatto quando i grillini erano all'opposizione in Campidoglio, con la stessa Raggi prima firmataria di un esposto alla Procura di Roma contro la procedura per la realizzazione dello stesso. Intanto per fare chiarezza sull'accaduto a breve si terrà una commissione Trasparenza, presieduta dal dem Palumbo.



Torna all'elenco
Titolo Lazio in Borsa
Almanacco Lazio Wiki
Cronache Tabellini Prossima Gara