Sport e news dal Mondo

Tor di Valle - Lanzalone, Parnasi e Serini: lo stato dei processi legati allo stadio

Tor di Valle - Lanzalone, Parnasi e Serini: lo stato dei processi legati allo stadio

Per Luca Lanzalone - l'avvocato chiamato da Raggi prima a gestire il dossier stadio Tor di Valle in Campidoglio poi a dirigere l'Acea come presidente - slitta a luglio il processo che lo vede imputato di corruzione e traffico di influenze nell'indagine Rinascimento; sul banco degli accusati per gli stessi motivi il commercialista Fabio Serini,   commissario straordinario dell'Ipa, ente previdenziale dei dipendenti del comune di Roma. I giudici dell'ottava sezione penale del tribunale capitolino hanno affidato lunedì mattina una perizia su decine di intercettazioni, sia telefoniche che ambientali riguardanti appunto l'azione di Lanzalone, ancora sottoposto al divieto di dimora a Roma dopo i domiciliari a cui venne costretto il 13 giugno 2018; per effettuare questa approfondimento tecnico il perito ha chiesto almeno sessanta giorni. Lanzalone ha ottenuto il giudizio immediato, rito che permette di saltare l’udienza preliminare davanti al gup, diversamente dall'imprenditore Luca Parnasi e da altri 14 imputati. Come precisa Il Tempo, per l'accusa proprio il costruttore romano, insieme con due collaboratori, avrebbe promesso ed elargito all'avvocato . avente lo status di pubblico ufficiale per il ruolo conferitogli dalla sindaca Raggi - “molteplici utilità in favore dello studio 'Lanzalone&Partners' in persona di Luciano Costantini (procedimento a parte)”. Lanzalone in sostanza avrebbe agevolato il dossier Tor di Valle fornendo informazioni sullo stato dell'iter, partecipando “indirettamente” alla delibera che dichiarava il pubblico interesse all'opera di Pallotta e Parnasi, manifestando anche l'intenzione di acquisire uno stabile nel Business&Park dove trasferire una nuova sede Acea. Per quanto riguarda Serini invece, nella veste di pubblico ufficiale in quanto commissario giudiziario nominato per la procedura di concordato preventivo dell'azienda Ambientale di pubblico Servizio spa di Livorno, sempre dall'uomo di Tor di Valle avrebbe avuto come utilità la nomina a Roma come commissario straordinario dell'Ipa, scelta che Raggi appunto avrebbe compiuto su “consiglio” di Lanzalone; Lanzalone,  se tutto fosse filato liscio, avrebbe spinto per la conferma di Serini all'Ipa  anche alla scadenza annuale della nomina. Per questo lavoro di sottobosco Lanzalone avrebbe ottenuto da Serini n paio di incarichi professionali rilevanti. Raggi intanto ieri, interrogato sullo stadio ha ribadito “se tutto è ok si va avanti”, riferendosi anche alla doppia due diligence interna effettuata su tutti gli atti del Campidoglio. La prima cittadina, in modo audace aggiungeremmo noi, ha anche aggiunto: “Fiumicino vorrebbe lo stadio? Gli piacerebbe...”. Sarà, ma un progetto che porta agli arresti l'uomo scelto dalla sindaca per facilitare  la realizzazione dello stesso, uno dei due proponenti e il presidente dell'assemblea capitolina non sembra essere un investimento al grido di onestà e trasparenza.   
 



Torna all'elenco
Titolo Lazio in Borsa
Almanacco Lazio Wiki
Cronache Tabellini Prossima Gara