Sport e news dal Mondo

TOR DI VALLE – In 20 a rischio processo. C'è anche il Soprintendente Prosperetti

TOR DI VALLE – In 20 a rischio processo. C'è anche il Soprintendente Prosperetti

Cosa resterà di Tor di Valle e dello stadio della 2P giallorossa, Pallotta e Parnasi? La fase preliminare delle indagini dell'Operazione Rinascimento» è terminata e sono in 20 a rischio rinvio a giudizio. In cima alla lista degli imputati ovviamente il costruttore romano,  subito dopo    l’ex presidente di Acea, l'avvocato Luca Lanzalone scelto da Virginia Raggi per trovare la quadra sul progetto, soluzione poi sfociata nell taglio delle cubature con l'eliminazione delle torri di Libeskind e il conseguente abbattimento dei costi a carico dei proponenti, leggi addio Ponte di Traiano, opera invece ritenuta fondamentale per la viabilità attorno all'impianto. Tra i destinatari dell'avviso di conclusione indagini anche l’ex assessore regionale Pd Michele Civita e il Soprintendente ai Beni culturali di Roma Francesco Prosperetti. Situazione delicata soperattutto per quest'ultimo: avrebbe «abusato della sua qualità e dei suoi poteri di pubblico ufficiale». Come riporta la Gazzetta dello Sport,  in cambio della «archiviazione della proposta di apposizione del vincolo», Prosperetti  avrebbe indotto «indebitamente Parnasi» ad affidare al suo amico architetto Paolo Desideri«l’incarico professionale di progettazione della ricollocazione e ricostruzione di una campata strutturale dell’ex Ippodromo Tor Di Valle (per un corrispettivo complessivo di oltre 200.000 euro, parzialmente corrisposto al Desideri) quale adempimento necessario».
 



Torna all'elenco
Titolo Lazio in Borsa
Almanacco Lazio Wiki
Cronache Tabellini Prossima Gara