News e risultati della Polisportiva - Polisportiva

Parco Tevere Nord - Architetto Bellini: "Lotito non c'entra nulla. Per la Polisportiva solo benefici"

Parco Tevere Nord - Architetto Bellini:

La prossima settimana il progetto della nuova casa della S.S.Lazio Genetrale dovrebbe essere illlustrato alla stampa prima di approdare in Campidoglio per essere protocollato e iniziare l'iter amministrativo, percorso che non utilizzerà la Legge Stadi bensì l'iter ordinario partendo dall'Istruttoria presso gli uffici tecnici del Campidoglio, quindi la delibera di indirizzo, la conferenza servizi istituzionale, quella decisoria presso la Regione e quindi la redazione della Convenzione Urbanistica tra il proponenete, al momento ignoto, e l'amministrazione capitolina. Prmesso che l'idea del Parco a tema sportivo nell'ansa del Tevere compresa tra la via Flaminia, il Gra e la via Salaria è solo all'inizio del sue eventuale tragitto amministrativo, basta infatti che l'istruttoria in Comune abbia esito negativo e tutto si fermerebbe, ieri sera per illiustraare l'iniziztiva l'architetto Francesco Bellini, presidente della  PEI Engineering  che si occupa dell'opera a livello progettuale, è intervenuto ai microfoni di Radiosei. “Intanto voglio evitare incomprensioni: la Lazio Calcio non c'entra in questo progetto mentre la Polisportiva è eventualmente una benficiaria e non è una proponente, ovvero non investirà un euro di tasca propria. La proposta presentata in Campidoglio prevede di realizzare un parco e darlo alla Lazio Generale. Al momento la Polisportiva non è strutturata per evere impianti di proprietà, credo si stia lavorando per realizzare una Fandazione. Magari tutta l'area si potrebbe donare al Campidoglio che la girerebbe alla Polisportiva con contratto di cessione di 99 anni con la formula del comodato d'uso gratuito. Voglio sottolineare che parliamo di di un'area soggetta a trasformazione, con un diritto ad edificare che nasce dal territorio. Che vincoli ci sono sull'area? Ce ne sono tre: il primo è quello archeologico areale, non ci sono pre-esistenze: vanno fatti saggi archeologicici, ovvero sondaggi sotto la supervisione della Soprintendenza; il secondo vincolo è paesaggistico: nel momento iin cui il Campidoglio ha approvato nel 2008 il PRG, per tutte le aree trasformabili ha chiesto alla Regione una variazione del PTPR, c'è una tutela limitata e quindi non insormontabile, ferma restando la volontà politica di realizzare l'opera; infine, il vincolo più complesso è quello dell'Autorità di Bacino: parliamo di un'area esondabile, con un'altezza minima di circa 20,5 metri al di sotto della quale il suolo può essere allagato. Il problema dell'esondazione verrebbe già eliminata dalle vasche di compensazione e laminazione che saranno realizzate a Monterotondo, vasche che potrebbero contenere fino a 5 milioni di mc di acqua, nel nostro caso la portata si aggirerebbe intorno ai 700000 mc, quindi ci rientreremmo pienamente”. 

Torna all'elenco
Titolo Lazio in Borsa
Almanacco Lazio Wiki
Cronache Tabellini Prossima Gara