Financial Fair Play

CLUB - Consiglio Gestione approva semestrale al 31 dicembre 2019. Scarica documento

CLUB - Consiglio Gestione approva semestrale al 31 dicembre 2019. Scarica documento

Il Consiglio di Gestione della S.S. Lazio S.p.A. ha approvato la Relazione Finanziaria Semestrale Consolidata al 31 dicembre 2019. La documentazione indicata al secondo comma dell’art. 154-ter del T.U.F. (comprendente la Relazione Finanziaria Semestrale Consolidata al 31-12-2020, l'attestazione di cui all'articolo 154-bis, comma 5., nonché la relazione redatta dalla società di revisione) è depositata e disponibile presso la sede legale della Società, presso la Borsa Italiana S.p.A., nel sito www.1info.it del portale adottato dalla società per la diffusione e lo stoccaggio delle Informazioni Regolamentate, nonché nel sito Internet della Società www.sslazio.it - sezione Investor Relator.
 
Risultati reddituali 
 
Il costo del personale è aumentato rispetto al medesimo periodo della stagione precedente per il necessario rafforzamento della prima squadra impegnata su tre competizioni nella stagione sportiva corrente, e per incentivi all’esodo riconosciuti a giocatori a fronte della cessione dei loro diritti sportivi. La voce Altri Costi di gestione presenta un incremento dovuto, fra l’altro, all’aumento dei costi sportivi accessori. Il decremento della voce Ammortamenti dei diritti alle prestazioni è conseguenza della campagna acquisti effettuata nella sessione estiva di calcio mercato. Gli Oneri finanziari Netti aumentano principalmente per gli interessi sulla rateizzazione fiscale, a causa dell’incremento nell’anno 2019 del tasso legale. Situazione patrimoniale finanziaria Il capitale immobilizzato è pari ad Euro 173,25 milioni, con un incremento di Euro 10,93 milioni, rispetto al valore al 30 giugno 2019; tale aumento è dipeso principalmente dagli acquisti dei diritti alle prestazioni sportive effettuati nel corso del semestre, al netto degli ammortamenti di periodo. Il valore dei diritti alle prestazioni sportive dei tesserati ammonta ad Euro 94,71 milioni. L’attivo circolante, al netto delle disponibilità liquide e mezzi equivalenti, delle imposte differite attive e dei risconti attivi, è pari a Euro 84,29 milioni al 31 dicembre 2019, con un incremento di Euro 22,10 milioni rispetto al 30 giugno 2019. La variazione è generata principalmente dall’aumento dei crediti verso enti specifici per le cessioni di diritti alle prestazioni sportive e dei crediti commerciali per la fatturazione dei proventi derivanti dalla cessione di diritti televisivi e media pagati nel mese di gennaio 2020. Il Patrimonio Netto è positivo per Euro 41,75 milioni. I fondi iscritti tra le passività non correnti, al netto del fondo per benefici ai dipendenti, ammontano ad Euro 13,06 milioni, con un incremento netto, rispetto al 30 giugno 2019, di Euro 1,15 milioni. La variazione è riferita principalmente all’accantonamento per somme da riconoscere al verificarsi di determinate condizioni, a potenziali contenziosi ed allo stralcio di importi a seguito della definizione della controversia. L’importo complessivo dei fondi è costituito principalmente dalle imposte differite per Euro 11,23 milioni. Il fondo per benefici ai dipendenti (ex TFR) pari a Euro 1,63 milioni, è in linea rispetto ai saldi al 30 giugno 2019. I Debiti, al netto dell’esposizione finanziaria e dei risconti passivi, sono pari a Euro 160,57 milioni; depurando anche il debito oltre i 12 mesi della transazione tributaria, l’importo si riduce a Euro 124,84 milioni, con un aumento, a parità di perimetro di analisi, di Euro 27 milioni rispetto al 30 giugno 2019. La variazione è dipesa principalmente dall’incremento del debito verso enti specifici, per Euro 14,81 milioni, con riferimento agli acquisti di diritti alle prestazioni sportive effettuati nel corso del semestre. 3 La posizione finanziaria netta risulta negativa per Euro 45,59 milioni con un miglioramento, di Euro 10,02 milioni, rispetto al 30 giugno 2019, dovuto principalmente alla riduzione degli altri debiti finanziari correnti ed all’incremento delle disponibilità presso banche.Il giro di affari consolidato si attesta a Euro 70,10 milioni ed è aumentato, rispetto al medesimo periodo della stagione precedente, di Euro 5,89 milioni. Tale variazione è dovuta principalmente agli introiti percepiti dalla partecipazione alla Europa League e da ricavi da gare. Il fatturato al 31 dicembre 2019 è costituito da ricavi da gare per Euro 5,32 milioni, diritti TV ed altre Concessioni per Euro 53,79 milioni, sponsorizzazioni, pubblicità, royalties per Euro 6,80 milioni, merchandising per Euro 0,99 milioni ed altri ricavi e proventi per Euro 3,20 milioni. I costi operativi sono pari a Euro 65,15 milioni e sono aumentati rispetto al corrispondente periodo della stagione precedente, di 8,08 milioni di euro 
 
​Fatti di rilievo verificatisi nel periodo 01/07/19--31/12/19
 
Ammissione al campionato In data 4 luglio 2019 la CO.VI.SO.C. ha comunicato il rispetto dei criteri per il rilascio della licenza per l’ammissione della società ai Campionati Professionistici di serie A. Campagna trasferimenti Successivamente al 30 giugno 2019 per la rosa della prima squadra: • sono stati acquistati a titolo definitivo diritti alle prestazioni sportive di sei giocatori per un costo di Euro 24,50 milioni, Iva esclusa; • sono stati ceduti i diritti alle prestazioni sportive di otto giocatori a titolo definitivo, per un ricavo di Euro 31,00 milioni e una plusvalenza di Euro 18,15 milioni; • sono stati ceduti i diritti alle prestazioni sportive di otto giocatori a titolo temporaneo per un ricavo di Euro 1,70 milioni ed un risparmio di retribuzioni di Euro 6,28 milioni. L’impegno verso società italiane è garantito secondo le modalità stabilite dalla F.I.G.C.. L’impegno verso società estere è garantito secondo le modalità contrattuali. Supercoppa Tim In data 22 dicembre 2019 la Lazio ha vinto la Supercoppa Tim. Nuovo negozio In data 22 dicembre 2019 la Lazio Marketing ha aperto un nuovo punto vendita a Roma, in via di Propaganda. Destinazione dell’utile dell’esercizio 2018/2019 In data 28 ottobre 2019 l’Assemblea della S.S. Lazio S.p.A. ha deliberato di destinare il 5%, pari a Euro 58.923, alla riserva legale, il 10%, pari a Euro 117.846, ad un’apposita riserva destinata al sostenimento di scuole giovanili di addestramento e formazione tecnica, e per il residuo di Euro 1.001.692 a nuovo. In data 28 ottobre 2019 l’Assemblea della S.S. Lazio M.&C. S.p.A. ha deliberato di destinare a nuovo l’utile di Euro 5.649.227.
 
Fatti di rilievo verificatisi dopo il 31 dicembre 2019
 
Campagna trasferimenti Successivamente al 31 dicembre 2019 per la rosa della prima squadra • sono stati ceduti a titolo temporaneo i diritti alle prestazioni sportive di quattro giocatori per Euro 0,39 milioni, con un risparmio di retribuzione di Euro 2,05 milioni; • sono stati acquistati a titolo definitivo i diritti alle prestazioni sportive di sei giocatori destinati al settore giovanile, per Euro 0,40 più premi. Tim Cup In data 21 gennaio 2020 la Prima squadra è stata eliminata.
 
Coronavirus 4 Come noto, a partire dal mese di gennaio 2020, lo scenario nazionale e internazionale è stato caratterizzato dalla virulenza di una pandemia derivante dalla diffusione del virus “Covid 19” e dalle conseguenti misure restrittive per il suo contenimento, poste in essere da parte delle autorità pubbliche dei paesi interessati e nello specifico dal Governo Italiano. Il Consiglio Federale della FIGC, tenutosi in data 9 marzo 2020, ha decretato la sospensione delle competizioni sportive calcistiche sino al 3 aprile 2020. Tale situazione non permette di conoscere le reali conseguenze di carattere patrimoniale ed economico sulla seconda parte della stagione sportiva. In particolare, nel caso in cui il Campionato dovesse riprendere e terminare regolarmente, dato anche lo slittamento dei campionati europei ed in considerazione della data di fine stagione dei contratti riferiti ai calciatori, non si dovrebbero avere significativi impatti sui proventi dell’esercizio. Tale orientamento è considerato dai Consiglieri di Gestione probabile anche in considerazione di quanto anticipato dal presidente della UEFA che ha dichiarato che la conclusione dei campionati nazionali deve avere la precedenza rispetto alle competizioni europee e che le opzioni ad oggi immaginabili sono la ripresa dei campionati nazionali a metà maggio, inizio giugno e fine giugno. E’ importante però segnalare che la pandemia che ha colpito il nostro Paese ha causato un contesto di generale incertezza, le cui evoluzioni e i relativi effetti non risultano ad oggi completamente prevedibili. Le potenziali ricadute economiche saranno oggetto di costante monitoraggio nel prosieguo dell’esercizio. Con riferimento alle attività patrimoniali la cui recuperabilità è annualmente verificata attraverso impairment test o determinazione del fair value, non si ravvedono elementi di criticità dovuti alla crisi sanitaria e al conseguente rallentamento dell’economia nazionale, in quanto supportate da contratti esistenti o da valutazioni al momento non direttamente legate al contesto emergenziale (i.e. library, asset immobiliari). Inoltre, il valore dei diritti alle prestazioni dei calciatori che costituiscono la parte significativa del capitale investito netto non dovrebbe risentire in modo significativo dei crisi sanitaria. Si segnala a tal proposito che non sono stati riscontrati casi di contagio all’interno della rosa. Tuttavia anche negli altri scenari legati alla prosecuzione del campionato di calcio di serie A ad oggi esaminati dagli organi competenti e ritenuti accettabili, i Consiglieri di Gestione ritengono non vi siano temi di continuità aziendale e/o di recuperabilità dei beni patrimoniali. 
 



Torna all'elenco
Titolo Lazio in Borsa
Almanacco Lazio Wiki
Cronache Tabellini Prossima Gara