Financial Fair Play

Debito da rinnovare e settlement agreement: i nodi di gennaio per il Milan

Il Milan entra nell’anno cruciale. È un refrain che ormai dura da tempo quando si parla di vicende societarie rossonere, iniziato in pratica quando Fininvest comunicò ufficialmente che il club era in vendita. Ma mai come stavolta è un ritornello assolutamente reale. Il 2018 sarà un anno cruciale perché in un modo o nell’altro la gestione di Li Yonghong dovrà fornire delle risposte a chi si attende che il presidente rossonero mantenga fede a tutti gli impegni economici e sia in grado di provvedere al club. In questo caso il Milan proseguirà il suo percorso di crescita, ma intanto l’agenda di via Aldo Rossi presenta alcune date cerchiate di rosso.
 
DEBITO La prima arriva fra poco ed è sabato 6 gennaio, giorno in cui il Milan sul campo sfiderà il Crotone a San Siro, mentre in ambito finanziario vedrà scadere l’esclusiva di otto settimane con Highbridge, fondo interessato a rifinanziare – con una cifra superiore e termini temporali meno stringenti – il debito del club con Elliott, che sarebbe da estinguere entro ottobre (questione che Fassone ha già detto più volte di voler risolvere già nei primissimi mesi di quest’anno). Sul buon fine dell’operazione con Highbridge nell’ultimo periodo sono arrivate indiscrezioni discordanti, Fassone in questi giorni valuterà la proposta ed entro fine mese – quando comunque non sarà più valida l’esclusiva – darà una risposta.
 
RICAVI La sosta di campionato di metà gennaio darà anche l’opportunità all’a.d. rossonero di spostarsi per qualche giorno in Cina (viaggio che era già in programma lo scorso ottobre e poi rinviato per impegni di Lega) per questioni legate agli sponsor e soprattutto a Milan China, la controllata da cui arriverà una parte importante dei ricavi commerciali. A questo proposito va ricordato anche l’appuntamento primaverile con la Uefa a cui, dopo la bocciatura del voluntary agreement , il Milan sottoporrà la richiesta di settlement agreement , faldone in cui le prospettive di crescita in terra cinese giocano un ruolo importante. Entro giugno, infine, Mr. Li dovrà versare gli ultimi 11 milioni per completare l’aumento di capitale (da 60) di maggio.
 
La Gazzetta dello Sport



Torna all'elenco
Titolo Lazio in Borsa
Almanacco Lazio Wiki
Cronache Tabellini Prossima Gara