Cronache e tabellini

Serie A, 11^ Giornata (4/11/2018): Lazio-Spal 4-1

Simone Inzaghi chiama, la sua Lazio risponde in modo convincente in un Olimpico reso ancora più vuoto dalle forti piogge odierne. I biancocelesti si lasciano alle spalle l'Inter e con una gara fatta di determinazione, attenzione e buona presenza fisica rifiliano 4 reti alla Spal, stesso undici che il 20 ottobre scorso aveva espugnato il catino capitolino giallorosso. Le due compagini si affrontano a viso aperto, 3-5-2 per entrambe e nessuna voglia di attendere. Nei primi minuti la Lazio cerca la via del gol ma anche gli ospiti cercano la porta con una punizione dal limite di Costa. Padroni di casa con Immobile-Caicedo davanti, Cataldi fa il regista e sarà una mossa azzeccata col ragazzo di Ottavia tra i migliori in campo e autore del 3-1. L'1-0 lo firma Immobile; angolo di Cataldi e destro sotto il sette alla sinistra di Milinkovic jr. neanche tre giri di lancette e Lazzari, approfittando di una dormita di Lulic, serve il solito cross pennellato per Antenucci – partner  offensivo odierno di Petagna – che trova l'1-1. Lulic&Co riprendono campo e al 35', grazie all'ennesima giocata Caicedo-Immobile tornano in vantaggio con un destro dal limite dell'azzurro che chiude un triangolo con l'ecuadoregno. Il primo tempo termina con le proteste laziali per un mancato rosso a Vicari autore di un fallo da ultimo uomo su Immobile. Nella ripresa la Lazio non concede ripartenze agli uomini di Semplici, i tre centrali e l'ottimo scudo di Cataldi facilitano il compito anche ai centrocampisti, la Lazio trova ampi spazi e prima Cataldi – destro dai 25 metri dopo un recupero palla sulla trequarti rivale – eppoi Parolo – anticipo al limite dell'area, destro che trova Milinkovic jr spiazzato, chiudono la contesa. Inzaghi concede minuti a Correa, Lukaku e Berisha che fanno respirare Caicedo, Lulic e Milinkovic in vista del match interno col Marsiglia di giovedì. La Lazio riprende la corsa, tre punti che lasciano Roma e Fiorentina a -5 e che costringono il Milan a vincere stasera a Udine. La Spal gioca bene ma dietro palesa lacune importanti, la rosa è più che sufficiente per salvarsi senza ansie ma dietro va registrato qualcosa per evitare brutte sorprese negli scontri diretti per non retrocedere.    
Gianluca La Penna
 
IL TABELLINO
 
Lazio-SPAL 4-1
 
Marcatori: 26' Immobile (L), 28' Antenucci (S), 35' Immobile (L), 59' Cataldi (L), 70' Parolo (L)
 
 
LAZIO (3-5-2): Strakosha; Wallace, Acerbi, Radu; Patric, Parolo, Cataldi, S. Milinkovic (74' Berisha), Lulic (62' Lukaku); Caicedo (59' Correa), Immobile.
 
A disp.: Proto, Guerrieri, Luiz Felipe, Caceres, Bastos, Durmisi, Marusic, Murgia, Luis Alberto.
 
All.: Simone Inzaghi.
 
SPAL (3-5-2): V. Milinkovic; Bonifazi (46' Cionek), Vicari, Felipe; Lazzari, Everton (80' Dickmann), Valdifiori, Missiroli, Costa; Petagna, Antenucci.
 
A disp.: Gomis, Thiam, Simic, Nikolic, Vitale, Viviani, Floccari, Moncini, Paloschi.
 
All.: Leonardo Semplici.
 
 
Arbitro: Marco Guida (sez. Torre Annunziata)
 
Ass.: Passeri - Fiore
 
IV uomo: Piccinini
 
VAR: Ghersini
 
AVAR: Longo
 
NOTE. Ammoniti: 19' Acerbi (L), 57' Everton (S), 69' Felipe (S), 76' Cionek (S)
 
Recupero: 1' pt, 2' st
 
 
Serie A TIM, 11ª giornata
 
Domenica 4 novembre 2018, ore 12:30
 



Torna all'elenco
Titolo Lazio in Borsa
Almanacco Lazio Wiki
Cronache Tabellini Prossima Gara