Cronache e tabellini

EUROPA LEAGUE, 3^ Giornata Gruppo H (25-10-2018) - Marsiglia-Lazio 1-3

Dura solo quattro minuti la paura per la Lazio di buttare una gara già vinta, esattamente il tempo intercorso tra l'1-2 di Payet – punizione dai 25 mt, Strakosha in ritardo – e l'1-3 finale timbrato da un mancino perfetto di Marusic, scagliato dal vertice destro dell'area del Marsiglia. Al Velodrome il terzo turno del gruppo H vede sorridere i capitolini, in grado di controllare una gara messasi bene dall'inizio grazie all'incornata di Wallace al 10' su angolo di Leiva. Il 3-5-2 di Inzaghi funziona, Caicedo appare in serata tanto che al 20' l'ex Espanyol si vede negare un rigore per fallo di Kamara: netto l'aggancio al piede della punta. Gli ospiti alzano bene il pressing, il motore di Garcia fornato da Strootman e Luiz Gustavo fatica; per i padroni di casa il solo Ocampos dalla destra prova ad accendere i suoi. Prima Caceres e poi Immobile che coglie il palo - assist di tacco di Caicedo - sbagliano lo 0-2. Nella parte finale della prima frazione meglio il Marsiglia ma Strakosha non corre rischi. La ripresa inizia col ko di Leiva: il brasiliano al 48' lascia il posto a Marusic per noie muscolari. Il montenegrino fa dirottare Caceres a sinistra, Lulic diventa l'interno a sinistra con Parolo regista. Al 53' nuovo assist di livello di Caicedo ma Lulic non salta Mandanda divorandosi il raddoppio. Tre minuti dopo la prima palla gol per i francesi: Strootman serve Sakai sull'out destro, palla in mezzo per l'accorrente Sanson che spara alto dagli 11 metri. Tre minuti dopo il sigillo lo firma il migliore in campo per Lulic&Co: Immobile serve sulla corsa Caicedo, sinistro preciso e risultato apparentemente in banca. Il resto è controllo, la solita girandola di cambi – Cataldi per Caicedo, l'attaccante avverte una pizzicata e chiede di uscire – fino all'epilogo già raccontato. Il Marsiglia di stasera resta una brutta copia di quella dellla scorsa stagione, la sola assenza di Thauvin non giustifica tale scadimento. La Lazio conferma la trasformazione in squadra più solida e meno lucente, buona la prova dei tre centrali così come Parolo continua a correre per tre; Milinkovic è cresciuto nel corso della gara, recita che con Correa avrebbe visto prima la parola fine. A Inzaghi, tra gli altri, oggi mancavano, oltre all'ex Sampdoria, anche Badelj, Luis Alberto, Lukaku e Durmisi, a dimostrazione di una rosa importante che, per non temere cali da Champions, meriterebbe solo un paio di rinforzi: un esterno basso ed uno offensivo, quest'ultimo solo se si volesse avere un'alternativa tattica tipo 4-3-3. La vittoria è un ottimo viatico per la gara di lunedì prossimo contro l'Inter, senza distrazioni, tolte Juve e Napoli, questa squadra può giocarsela con tutte.   
Gianluca La Penna
 
IL TABELLINO
Marsiglia-Lazio 1-3
Marcatore: 10' Wallace (L), 59' Caicedo (L), 86' Payet (O), 90' Marusic (L)
 
MARSIGLIA (4-2-3-1): Mandanda; Sakai, Rami, Kamara, Amavi (80' Sarr); Luiz Gustavo, Strootman; Sanson (66'N'Jie), Payet, Ocampos; Mitroglu (66' Germain).
A disp.: Pelè, Caleta-Car, Lopez, Radonjic.
All. Rudi Garcia
 
LAZIO (3-5-2): Strakosha; Wallace, Acerbi, Radu; Caceres, Parolo, Leiva (48' Marusic), Milinkovic, Lulic (62' Berisha); Caicedo (74'Cataldi), Immobile.
A disp.: Proto, Bastos, Luiz Felipe, Rossi.
All. Simone Inzaghi
 
 
Arbitro: Jesús Gil Manzano (ESP)
Assistenti: Angel Nevado Rodriguez - Diego Barbero Sevilla
IV Uomo: Javier Rodriguez
ADD1: Javier Estrada
ADD2: Ricardo De Burgos
 
NOTE. Ammoniti: 30' Radu (L), 33' Lulic (L), 44' Sakai (O), 45'+1' Strootman (O), 68' Payet (O), 73' Parolo (L)
Recupero: 1' pt.
 
UEFA Europa League, 3ª giornata Gruppo H
Giovedì 25 ottobre 2018, ore 21:00
Stadio Velodrome, Marsiglia
 
 



Torna all'elenco
Titolo Lazio in Borsa
Almanacco Lazio Wiki
Cronache Tabellini Prossima Gara