A Roma solo la Lazio

Ripert: “Anche i muscoli hanno la memoria ma uno stop di due mesi non è mai accaduto...”

Ripert: “Anche i muscoli hanno la memoria ma uno stop di due mesi non è mai accaduto...”

Se la Lazio fa sognare i propri tifosi è merito dello staff di Simone Inzaghi, soprattutto di chi, giorno e notte, pensa a come mettere la benzina nelle gambe dei giocatori, Il professor Fabio Ripert, 47 anni il prossimo 22 maggio, accompagna il tecnico biancocelesti dai tempi degli Allievi, dal 4 aprile 2016 è il preparatore atletico della prima squadra. Il suo lungo colloquio col Corriere dello Sport inizia da un concetto particolare: la memoria muscolare. “I muscoli sanno riadattarsi in tempi brevi anche dopo stop medi o lunghi. La squadra si è allenata dall’1 al 7 marzo, poi sono stati disposti allenamenti casalinghi. Il tono muscolare non si perde, si può mantenere ad un buon livello. Si possono perdere l’accelerazione, la capacità di decelerare, l’elasticità nei cambi di direzione. Ma i muscoli, come dicevo, hanno memoria». Il presidente Lotito vorrebbe ricominciare già la prossima settimana. «Sono allo studio allenamenti atletici distanziati per svolgere quegli esercizi che a casa sono condizionati – spiega Ripert - Abbiamo distribuito delle schede di lavoro, programmi aerobici, di forza per arti inferiori e superiori, di core stability, riguardano il busto. E per chi era reduce da infortuni sono previsti lavori individuali specifici. Si può lavorare più volte al giorno, anche di sera». I calciatori in questo periodo lavorano a casa, certo non basta un pc e una scrivania come per gran parte dei lavoratori. ««Il tapis roulant o qualsiasi altro circuito casalingo non permettono di replicare la reattività muscolare che stimola il campo, di riprodurre i cambi di direzione, l’effetto dell’allenamento partita, mancano i gesti specifici, gli allunghi sui 30-40 metri, il raggiungimento di una velocità sopra i 25 chilometri orari -specifica dettagliatamente l'esperto – Superare questa soglia migliora la contrattilità muscolare. Più veloce vai, più velocizzi le fasi di contrazione e decontrazione muscolare, questo aiuta anche per la prevenzione, per la sincronizzazione muscolare e la coordinazione tra muscoli agonisti (ad esempio il quadricipite, ndr) e antagonisti (ad esempio il flessore, ndr). Si può effettuare un lavoro generale di mantenimento. Sono lavori che danno dei risultati per evitare aumenti di peso e aiutano a livello psicologico». Abbiamo proposto vari tipi di allenamento, in tutto devono durare dai 60 ai 70 minuti. Gli allenamenti serali non sono casuali, i giocatori hanno la possibilità di allenarsi per un’ora di fila o più volte durante la giornata organizzando mini-sedute di breve durata, dai 20 ai 25 minuti. Gli allenamenti multipli possono essere svolti al mattino, appena svegli, nel primo pomeriggio, e di sera. Ogni volta che accendi il motore cardiocircolatorio spendi di più. L’indicazione fornita dai medici sportivi è di evitare lavori ad alta intensità, fare grossi sforzi può mettere a rischio le difese immunitarie».  Per chi deve stilare un cronoprogramma lavorativo l'incertezza sulla data della prima gara non aiuta. “L’anno scorso per noi la stagione si è conclusa il 26 maggio, la ripresa è avvenuta il 9 luglio, dopo 44 giorni di stop. Se ci si fermerà per più di due mesi le valutazioni cambieranno, non è mai successo. In generale in 2-3 settimane il corpo riesce a riadattarsi, a “carburare” di nuovo, e in 4-5 settimane si possono raggiungere buoni livelli di preparazione”. In questi frangenti risulta utile ascoltare anche i colleghi stranieri per consigli specifici. «Mi sono confrontato con colleghi, nel campionato russo ci sono soste invernali. Ma per questo tipo di stop non c’è una metodica». La Lazio al momento dello stop come stava? «Valutiamo 6 dati numerici e nelle ultime partite nessuna squadra era stata al di sopra della nostra, al massimo erano equiparati. Lo stress psicofisico è stato notevole, tutti danno sempre tutto. Parlo con i ragazzi, di voglia di tornare in campo ce n’è tanta. Ora è giusto pensare alla salute di tutti. Ci faremo trovare pronti per quando potrà ricominciare questa fantastica avventura. Molti temono possa esserci una flessione mentale, non solo fisica. Basta guardare la classifica, è il miglior propellente».
 
 
 



Torna all'elenco
Titolo Lazio in Borsa
Almanacco Lazio Wiki
Cronache Tabellini Prossima Gara