A Roma solo la Lazio

LAZIO TRA I BANCHI - Cataldi: "Abbiamo il centrocampo più forte. Scudetto? Aspettiamo l'Inter..."

LAZIO TRA I BANCHI -  Cataldi:

Danilo Cataldi stamattina ha fatto parte della delegazione della S.S. Lazio ospite dell'Istituto Comprensivo 'Volsinio', sito nel quartiere Trieste. La mezzala ha risposto alle domande degli alunni presenti, queste le sue dichiarazioni: "Può capitare di ricevere offese dagli avversari, fa parte del gioco, ma finisce sempre sul momento. C'è sempre tanta adrenalina in campo, bisogna passarci sopra ed andare avanti. Il bullismo? Nasce ogni volta che vengono colpite le persone più deboli. Bisogna sempre trovare la forza dentro se stessi per andare avanti. Proviamo sempre a mettere a proprio agio i nuovi acquisti: quando arrivano dall'estero c'è bisogno di più tempo, ma l'importante è aiutarli affinché possano inserirsi al più presto. Proviamo a portare il fairplay anche nella vita di tutti i giorni: cerchiamo di trasmettere i valori che ci sono stati insegnati dal mondo del calcio. Ho avuto tanti esempi positivi, ora che sono dentro il calcio provo ad imparare dai più esperti – spiega ancora il numero 32 - Non ho avuto un idolo in particolare, in questi anni però ho studiato tanti calciatori. Quando sentiamo il nostro nome all'Olimpico proviamo una grande emozione: è motivo di orgoglio. Siamo delle persone normalissime, non siamo eroi. Facciamo un lavoro che ci piace e che viene molto seguito. I nostri sacrifici sono tanti, anche se possono sembrare stupidi. Spesso non possiamo uscire con gli amici, ad esempio – ha continuato l'ex capitano della Primavera - Il gol più bello? La punizione in Supercoppa sul piano stilistico. Per le sensazioni provate, invece, la rete più bella rimane quella siglata alla Roma nel corso dello scorso anno. Durante il ritiro estivo si corre molto perché bisogna mettere nelle gambe la benzina necessaria per svolgere la stagione. Non c'è molto tempo libero in ritiro, ma siamo un gruppo molto affiatato e spesso passiamo anche il giorno libero insieme. La parola rispetto sul campo si traduce con la capacità di saper circoscrivere ciò che accade solo sul campo”. Il centrocampista ha poi parlato a Lazio Style Channel, queste le sue parole: “Domenica sarà una bellissima partita, stiamo lavorando per prepararla al meglio contro una grande squadra come l'Inter. Pressione? Viviamo tranquilli, si può gestire, può anche essere positiva: l'importante è non avere ansia. La gara con l'Inter? Sarà sicuramente una partita emozionante, bella da giocare e da vivere, la stiamo preparando al meglio. Pressione? Potrebbe essere una cosa positiva, si può gestire. L’importante è che non ci sia ansia, la pressione fa bene, magari mette una . Scudetto? Magari ne riparliamo dopo domenica. Tanta soddisfazione, fa piacere. Secondo me abbiamo il centrocampo più forte d’Italia, parlando degli ipotetici titolari. Abbiamo un giocatore d’esperienza come Leiva, e due mezzali che non hanno bisogno di commenti. Cerco di dare una mano e crescere insieme a loro. Speriamo di andare ancora più su". 

Foto: sslazio.it



Torna all'elenco
Titolo Lazio in Borsa
Almanacco Lazio Wiki
Cronache Tabellini Prossima Gara