A Roma solo la Lazio

Ad una Lazio da Champions basta un tempo: Udinese ko e terzo posto più solido

Ad una Lazio da Champions basta un tempo: Udinese ko e terzo posto più solido

La Lazio non si ferma più e al termine dell'ennesima prova di rango assoluto, liquida l'Udinese 3-0 – tutti i gol nel primo tempo – e rafforza ulteriormente il terzo posto in attesa del big match di sabato prossimo contro la Juventus, bianconeri fermati dal Sassuolo 2-2 e costretti a rincorrere l'Inter, ora capolista a più uno sui Campioni d'Italia grazie al successo interno sulla Spal per 2-1. Come detto recita mai in discussione con i capitolini padroni del campo e in grado di archiviare la pratica già al 45' con il rigore di Luis Alberto – fallo su Correa di Nuytinck – per il 3-0. Inzaghi e Gotti schierano il 3-5-2, il primo sceglie la Lazio top con Ramos, Acerbi e Radu davanti a Strakosha; Gotti in attacco opta per Okaka al posto di Lasagna accanto a Nestorovski, prima linea con Becao, Ekong, Nuytinck; mediana composta da  Stryger Larsen, Madragora, Walace per lo squalificato Jajalo,  De Paul e Samir.. Dopo due squilli di Correa e Luis Alberto al 9' è già vantaggio Lazio: Milinkovic di petto addomestica palla in area, assist per Immobile che infila la sua 16^ rete in campionato. Nei successivi dieci minuti l'Udinese cerca di riaprirla con due chance per Nestorovski e Mandragora, è unatiepida illusione perché la Lazio riprende a macinare e sull'asse Luis-Alberto-Correa-Immobile trova sempre la trama giusta. Al 34' Ekong stende Correa, per l'arbitro Di Bello tutto regolare ma il fischietto brindisino viene chiamato dal Var Mazzoleni, OFR e rigore che Immobile trasforma per il 2-0. Il match di fatto termina, bianconeri nervosi tanto che al sipario della prima frazione arriva il 3-0 già raccontato. Il secondo tempo serve solo a pensare ai regali di Natale, Inzaghi fa entrare Jony, Cataldi e l'esordiente André Anderson; girandola cui partecipa Gotti con gli ingressi di Fofana, Barak e  Teodorczyk. Puri esercizi di stilead agio di una Lazio che per essere perfetta deve limitare ulteriormente le chance offerte agli avversari sull'1-0, ma lasciare qualcosa resta comunque fisiologico. Inzaghi ha un grande gruppo, Immobile oggi lascia il rigore a Luis Alberto che segna davanti ai genitori accorsi all'Olimpico. Migliorare questa squadra nell'undici titolari si po' solo in difesa, ma l^ tare non interverrà avendo fiducia in Vavro; in mediana e in attacco qualcosa per la panchina potrebbe e dovrebbe arrivare, molto dipenderà dal giudizio di Inzaghi sulla necessità di avere un vice-Lulic già pronto, anche per provare ad utilizzare Jony come vice-Correa, ruolo forse più congeniale all'ex Malaga. Per l'Udinese brutta retromarcia dopo la buona gara contro la Sampdoria: perdere con questa Lazio è “normale” ma qualche riflessione urge in casa bianconera.     
 
Lazio-Udinese 3-0
Marcatore: 9', 36' rig. Immobile (L), 45'+1' rig. Luis Alberto (L)
 
LAZIO (3-5-2): Strakosha;  Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic, Leiva (75' Cataldi), Luis Alberto (79' A. Anderson), Lulic (64' Jony); Correa, Immobile. 
A disp.: Proto, Guerrieri, Vavro, Bastos, Jorge Silva, Parolo, Adekanye, Caicedo. 
All.: Simone Inzaghi.
 
UDINESE (3-5-2): Musso; Becao, Ekong, Nuytinck; Stryger Larsen, Madragora, Walace (76' Barak), De Paul (59' Fofana), Samir; Nestorovski, Okaka (81'Teodorczyk). 
A disp.: Nicolas, Perisan, Sierralta, Opoku, Ter Avest, De Maio, Kubala, Lasagna, Pussetto. 
All.: Luca Gotti
 
Arbitro: Marco Di Bello (sez. Brindisi)
Assistenti: De Meo-Affatato ​​​​​​
IV Uomo: Camplone
V.A.R.: Mazzoleni
A.V.A.R.: Paganessi
NOTE. Ammoniti: 35' Ekong (U)
Recuperi: 2' pt; 3' st.
Serie A TIM 2019-2020, 14ª giornata
Domenica 1° dicembre 2019, ore 15:00
Stadio Olimpico, Roma



Torna all'elenco
Titolo Lazio in Borsa
Almanacco Lazio Wiki
Cronache Tabellini Prossima Gara