A Roma solo la Lazio

FOCUS - La Lazio in Campidoglio per la Coppa Italia: ultima chiamata per Lotito sullo stadio

FOCUS - La Lazio in Campidoglio per la Coppa Italia: ultima chiamata per Lotito sullo stadio

Mercoledì 10 luglio la Lazio tutta sarà ospite in Campidoglio per festeggiare la vittoria della Coppa Italia vinta contro l'Atalanta lo scorso 15 maggio. Inzaghi e il suo intero staff, con il presidente Lotito, il ds Tare e il club manager Peruzzi, saranno ricevuti dalla prima cittadina nell'Aula Giulio Cesare. Oltre a brindare per l'unica squadra romana che ha appesantito la bacheca negli ultimi 11 anni, l'occasione potrebbe essere propizia per illustrare alla prima cittadina le reali intenzioni di Lotito di realizzare uno stadio di proprietà del sodalizio di Piazza della Libertà. L'azionista di comando biancoceleste infatti già nel 2005 presentò all'allora sindaco Veltroni plastici e carte di ciò che avrebbe voluto costruire sui terreni di famiglia posseduti al km 6.2 della Tiberina, oltre allo stadio circa 1 milione di mc, tra cui impianti pe le altre sezioni della Polisportiva ma soprattutto tanto cemento per l'edilizia residenziale, leggi appartamenti. L'idea venne rispedita subito al mettente, quei terreni non  avevano la giusta destinazione, all'epoca non esisteva neanche la Legge Stadi del 2014, tanto che Lotito si fermò e, ancora oggi non esiste in Campidoglio alcun progetto protocollato sul tema stadio della Lazio o simili. Circa due mesi fa la società aveva annunciato un incontro a Formello con Raggi sia per mostrare il nuovo volto di Formello – importante e consistente il restyling con nuovi campi, foresteria rinnovate e spogliatoi multimediali – sia per parlare con la sindaca del progetto per il nuovo stadio.  Questa conferenza, con il ritiro alle porte, non dovrebbe più tenersi e se così fosse per lanciare la palla a Lotito non resterebbe che l'incontro di mercoledì prossimo. Sarebbe l'occasione per giocare a carte scoperte, senza nascondersi nella solita frase ormai stantia “quello che concedono alla Roma  dovranno concederlo anche alla Lazio”. Espressione questa ormai divorata dall'imbuto in cui è terminato l'iter dello stadio di Pallotta e di Eurnova, con le due parti impegnate in balletti sfiancanti che sfociano in trovate ironiche come la capienza modulabile dell'impianto, al fine di alleggerire l'afflusso a Tor di Valle, senza dimenticare i rumors che vorrebbero l'affaire Roma-Lido finire in panchina in sede di approvazione di variante e conseguente convenzione urbanistica. Se Lotito vuole veramente lo stadio lo dica chiaramente mercoledì, senza ricorrere a frasi fatte che sanno tanto di alibi di chi preferisce fare la vittima invece di scendere realmente in campo. Ammesso che Lotito aneli a sentire il profumo dell'erba del presunto Stadio delle Aquile.   
Gianluca La Penna     
 



Torna all'elenco
Titolo Lazio in Borsa
Almanacco Lazio Wiki
Cronache Tabellini Prossima Gara