A Roma solo la Lazio

PUNTI CHAMPIONS - Troppa Lazio per un Parma svogliato: poker firmato Luis Alberto

PUNTI CHAMPIONS - Troppa Lazio per un Parma svogliato: poker firmato Luis Alberto

La Lazio cinica che Simone Inzaghi aveva chiesto in conferenza stampa ha preso forma oggi pomeriggio contro un Parma che di fatto si è fermato dopo aver incassato la prima rete. All'Olimpico termina 4-1: reti capitoline tutte nel primo tempo, mentre l'inutile gol della bandiera, firmato dall'ex Sprocati, arriva quando il gong è suonato da un pezzo. Padroni di casa col 3-5-2, formazione annunciata con Patric centrale di destra e mediana di qualità; ospiti con un'ipotesi di 4-3-3 con Biabiany mezzala in un centrocampo che non prende mai le misure a quello rivale. La Lazio fa la gara dall'inizio, differentemente dalle altre recite il vantaggio arriva al primo mezzo tiro in porta: Marusic, servito da Milinkovic, produce un destro da zona decisamente defilata, Sepe si fa passare la palla tra piede a palo, papera evidente. IL raddoppio quattro minuti dopo quando un cross di Lulic viene intercettato dal braccio largo di Iacoponi, massima punizione che Luis Alberto calcia centralmente, la sfera passa sotto la pancia di un Sepe ancora decisamente rivedibile. La differenza tra le due compagini è lampante: la Lazio pressa in avanti, masticando letteralmente il centrocampo avversario; il Parma spetta basso senza mai aggredire, troppo facile per Lulic&Co arrivare al cross o al tiro dalla distanza. Proprio da una di queste dopo una trama al limite arriva il 3-0 con un destro di Luis Alberto al 38'; sei giri di lancette e da un angolo dalla destra la sfera giunge alla lunetta dell'area grande, Lulic solissimo trova un destro a giro imparabile. Non è ancora finito il primo tempo ma dalle quinte il sipario è già basso, soprattutto nella testa dei parmigiani. Nella ripresa da segnalare solo i tanti cambi, la rete di Sprocati sull'unico errore di Patric all'interno di una gara quasi perfetta. Per onestà segnaliamo due episodi a rischio VAR, soprattutto il secondo, entrambi non segnalati a favore della Lazio. Nel primo al 20' Radu, da terra, cerca di colpire la sfera senza riuscirci, il replay non conferma il tacco su Inglese; al 60' Caicedo dà una manata gratuita in faccia a Gagliolo, Pairetto lascia correre ma il gesto meritava almeno il giallo. Lazio con una gara da recuperare a -2 dalla Roma, in attesa del derby di stasera a -5 dall'Inter e -6 dal Milan. Conforta lo stato fisco dei capitolini oltre all'approccio positivo nelle ultime gare disputate, ottimo segno in vista della trasferta a San Siro contro i nerazzurri dopo la pausa. Parma fermo a 33, +8 dall'Empoli, margine importante ma non definitivo per ripetere altre prestazioni vuote come quella odierna.        
Gianluca La Penna
 
IL TABELLINO 
Lazio-Parma 4-1
Marcatore: 22' Marusic (L), 26' rig., 38' Luis Alberto (L), 44' Lulic (L), 77' Sprocati (P)
 
LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric, Acerbi, Radu; Marusic, Milinkovic, Leiva (60' Cataldi), Luis Alberto, Lulic (76' Durmisi); Correa, Caicedo (65' Neto).
A disp.: Proto, Bastos, Luiz Felipe, Romulo, Wallace, Badelj, Jordao, Parolo, Capanni.
All.: Simone Inzaghi.
PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Di Marco; Biabiany (70' Sprocati), Rigoni, Kucka; Siligardi (57' Gazzola), Inglese (64' Ceravolo), Gervinho.
A disp.: Frattali, Brazao, Bastoni, Gobbi, Dezi, Diakhate, Machin, Schiappacasse, Davordzie.
All.: Roberto D'Aversa.
 
 
Arbitro: Luca Banti (sez. Livorno)
Assistenti: Fiorito - Vecchi
IV uomo: Serra
V.A.R.: Pairetto
A.V.A.R.: Valeriani
NOTE. Recupero: 4' pt; 3' st.
Ammoniti: 51' Inglese (P), 63' Bruno Alves (P)
Serie A TIM, 28ª giornata
Domenica 17 marzo 2019, ore 15:00
Stadio Olimpico di Roma



Torna all'elenco
Titolo Lazio in Borsa
Almanacco Lazio Wiki
Cronache Tabellini Prossima Gara