A Roma solo la Lazio

Nesta: "Nel derby del 2002 uscii perché non volevo essere ceduto. Nel 2011 potevo tornare ma..."

Nesta:

«La società voleva vendermi, me lo avevano detto e ripetuto; io volevo rimanere. E poi in quel periodo si parlava di tutto meno che di calcio: non prendevamo gli stipendi da sette mesi, ero capitano, i compagni venivano da me a lamentarsi. Così contro la Roma non ci ho capito nulla. Nell’intervallo ho detto: mi vogliono vendere? Allora mando tutto a quel paese. E sono uscito. Ho sbagliato, non lo rifarei». Così Alessandro Nesta ricorda il derby del 10 marzo 2002, un vero incubo per i supporter dell'Aquila: il difensore in settimana, di fato, etra stato ceduto alla Juventus ma lui non aveva accettato il trasferimento. L'ex Milan però a Roma sarebbe potuto tornare anche da calciatore nel suo ultimo anno milanese, stagione 2011-2012: «Se n’è parlato per un paio di giorni, poi il Milan ha preferito che rimanessi là e la Lazio non aveva tanta voglia di riprendermi». L'attuale tecnico del Perugia replica così quando gli chiedono di un un futuro sulla panchina ora occupata da Simone Inzaghi: “Vorrebbe dire che ho compiuto un percorso importante: è un traguardo. Inzaghi è bravissimo, la squadra è più o meno quella dello scorso anno: andare in Champions non è facile, ma possono riuscirci».  



Torna all'elenco
Titolo Lazio in Borsa
Almanacco Lazio Wiki
Cronache Tabellini Prossima Gara